Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
18 giu 2022

Quintana, oggi è il gran giorno della Sfida

Ieri lo spettacolo del corteo storico: ottocento figuranti per le strade del centro hanno fatto rivivere la magia del Barocco

18 giu 2022
alessandro orfei
Cronaca

di Alessandro Orfei

È tutto pronto per la Giostra della Sfida. Il Campo de li giochi farà da location, alla singolar tenzone dei cavalieri che, al cospetto del Dio Marte, si sfideranno per il titolo di ‘bravo tra i bravi’. La preparazione del campo e del terreno di pista, come un cerimoniale a se stante, presieduto dal magistrato della Commissione tecnica, Lucio Cacace. Un rito che procede con i suoi ritmi, a partire dalla bagnatura della sabbia dell’otto della pista svolta ieri pomeriggio e nella notte, dopo il corteo. Più di venti i battitori che interverranno sulla sabbia della pista, dopo ogni corsa. Il tracciato sarà poi battuto dopo ogni tornata. Si parte alle 21 con il corteo verso il Campo, la lettura del bando e poi di corsa verso la pista. L’obiettivo, ormai in tasca, è quello di fare il tutto esaurito per il Campo e, dopo due anni di Giostra con forti limitazioni causa Covid. I numeri delle vendite sono in linea con i livelli pre pandemia, quindi da Palazzo Candiotti traspare soddisfazione. Ottomila i posti disponibili e dovrebbero essere riempiti senza affanno.

Ufficializzati intanto i binomi che dovrebbero scendere in campo. Per l’Ammanniti Tommaso Finestra su Doriano; per il Badia Lorenzo Melosso su Texas Cactus; per il Cassero Luca Innocenzi su Guitto; per il Croce Bianca Lorenzo Paci su Fair Excel; per il Contrastanga Daniele Scarponi su Ambientalist; per il Giotti Massimo Gubbini su Daytona Man; per La Mora Mattia Zannori su Non succederà più; per il Morlupo Alessandro Candelori con Lo Zingaro; per il Pugilli Nicholas Lionetti su Destination Paco e per lo Spada Pierluigi Chicchini su Unknow Princess. Il bilancio della festa, intanto, è già più che positivo. Il presidente dell’Ente, Domenico Metelli, è sempre in prima linea per la riuscita della Festa: "Siamo tornati indietro di due anni – spiega Metelli – le taverne hanno funzionato alla grande, con ottimo cibo e prezzi giusti. Posso dire che ci siamo messi alle spalle il Covid. Sono stati quindici giorni fantastici e speriamo che tutto tornerà come prima della pandemia".

Intanto ieri la magia del corteo storico. Ottocento figuranti dei dieci rioni, dopo due anni, sono tornati a dare spettacolo per le vie del centro mettendo in scena le allegorie. In apertura le rappresentanze dell’Ente, quindi il Cassero, rione vincitore dell’ultima Quintana e poi a seguire, in ordine di classifica. In piazza della Repubblica il cerimoniale dell’arruolamento. Quattro i nuovi abiti, quello della dama del Badia realizzato dal costumista candidato all’Oscar Cantini Parrini, quello del Contrastanga, del Giotti e del priore del Cassero, realizzato da Daniele Gelsi. Presenti le due madrine, Federica Moro ed Eleonora Pieroni. Con il Morlupo, anticipata dai social, anche la presenza dell’ex miss Italia Eleonora Benfatto. Funzionante anche il sistema di sicurezza, iniziato alle 19 di ieri sera, che vedrà coinvolti Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia locale. Stesso schema oggi per la Giostra.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?