Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
29 mag 2022
29 mag 2022

Palio della Balestra, è il gran giorno

Ecco la sfida tra Gubbio e Sansepolcro. Annunciata per il 12 giugno “Balestrando per Francesco e Ubaldo“

29 mag 2022
Un momento della presentazione del Palio della Balestra, avvenuta all’interno del Palazzo comunale
Un momento della presentazione del Palio della Balestra, avvenuta all’interno del Palazzo comunale
Un momento della presentazione del Palio della Balestra, avvenuta all’interno del Palazzo comunale
Un momento della presentazione del Palio della Balestra, avvenuta all’interno del Palazzo comunale
Un momento della presentazione del Palio della Balestra, avvenuta all’interno del Palazzo comunale
Un momento della presentazione del Palio della Balestra, avvenuta all’interno del Palazzo comunale

Oggi è il giorno del Palio della Balestra che ritorna finalmente nella sua data tradizionale e senza le limitazioni che negli ultimi due anni, complice una insidiosa epidemia che richiede ancora una qualche responsabile prudenza, hanno consentito un "Palio" di pura sopravvivenza. Presentato nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella residenza comunale, coordinata dall’assessore Giovanna Uccellani, presenti il Sindaco Filippo Mario Stirati ed il Presidente della Società Balestrieri Marcello Cerbella, vedrà i tiratori eugubini e biturgensi confrontarsi a colpi di "verrette", nello scenario di Piazza Grande Grande popolato di musici e consoli, dame e cavalieri, sbandieratori e tamburini.

Sfruttando l’affiatamento con la propria Balestra, un’arma affascinante e suggestiva, alternandosi al banco di tiro posto ad una distanza di m. 36 dal bersaglio, dal quale emerge il "Tasso", mitico tronco di cono, croce e delizia di ogni armato, i tiratori daranno tutto per conquistare l’ambito "Palio". "Il Palio – ha sottolineato Stirati - con la Festa dei Ceri nelle sue varie espressioni, è un altro importante momento di ripresa e di rilancio della città, riappropriatasi delle manifestazioni in onore del Patrono S.Ubaldo". Il drappo, decisamente suggestivo, è stato progettato da Giampietro Rampini e riportato su tela da Maria Mancini. La balestra, testimone di secoli di storia e cultura, introduce le celebrazioni per il sesto centenario della nascita di Federico da Montefeltro (Gubbio, 7 giugno 1422) la cui moglie, Battista Sforza nel 1461 si recò con le sue dame a vedere "balestrare". Come annunciato dal Presidente Cerbella al corteo parteciperà infatti una rappresentanza della città di Urbino.

Questo il programma della giornata: dalle ore 10 alle 12 tiri di prova in Piazza Grande; ore 16 arrivo cortei storici di Gubbio e Sansepolcro in Piazza Grande, 16.30 sonata del Campanone, benedizione degli armati, bando di sfida, scambio dei doni, esibizione sbandieratori di Sansepolcro; 17.10 : inizio Palio ed a seguire, esibizione sbandieratori di Gubbio, proclamazione vincitori, premiazione, consegna del Palio, corteo finale per le vie della città. Sempre ieri ed in una successiva conferenza, presente anche il Presidente della compagnia balestrieri di Assisi Claudio Mancinelli, è stata annunciata per il 12 giugno in Piazza Grande la manifestazione "Balestrando per Francesco e Ubaldo", con i balestrieri di Gubbio ed Assisi; avrà frequenza annuale alternandosi come sede. Un appuntamento che oltre a valorizzare gli stretti legami esistenti tra le due città, si richiama, come ha ricordato Mancinelli, ad una precisa documentazione d’archivio.

G.B

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?