Nuova luce sul Palazzo comunale. A 26 anni dal crollo del Torrino

Inaugurato il nuovo sistema alla stessa ora in cui nel 1997 la scossa di terremoto sconvolse la città

Nuova luce sul Palazzo comunale. A 26 anni dal crollo del Torrino

Nuova luce sul Palazzo comunale. A 26 anni dal crollo del Torrino

In occasione del 26esimo anniversario del crollo del Torrino del Palazzo comunale, è stato inaugurato un nuovo impianto di illuminazione artistica. Un modo per ricordare un momento che sconvolse la città e ne cambiò i destini. "Abbiamo ricordato quel tragico evento con una commemorazione istituzionale in piazza della Repubblica, osservando un minuto di silenzio alle 17.23, ora esatta in cui la violenta scossa sismica lo fece cadere", così il sindaco, Stefano Zuccarini. "Sempre oggi – aggiunge – , abbiamo scelto di inaugurare il nuovo impianto di illuminazione artistica per torre e torrino del palazzo comunale: un segnale che la vita continua verso un futuro luminoso. Ringrazio il Rotary Club Foligno, il past president Gianguido Cucciarelli, il presidente Federico Berti Piras, i consiglieri Claudio Bianchini e Marco Tomassini che hanno voluto finanziare e realizzare il progetto permettendo così di realizzare anche uno dei nostri impegni, quello di valorizzare al meglio il Palazzo comunale ed il Torrino, simbolo per eccellenza della città . Un altro importante traguardo". Alla cerimonia erano presenti, tra gli altri, gli assessori Marco Cesaro, Paola De Bonis, Michela Giuliani e la consigliera comunale Federica Bagatti. Per il nuovo impianto sono stati installati 8 speciali proiettori led rgb con tecnologia wi-fi integrata, a luce variabile. I proiettori hanno un elevato grado di impermeabilità capaci di adattarsi al meglio ad ogni fattore climatico. Sarà possibile selezionare tutta la gamma dei colori con relativa intensità così da poter aderire alle giornate internazionali delle diverse malattie rare senza costi aggiuntivi di service esterni. Potranno comporsi anche diversi scenari di illuminazione, ad esempio diversa colorazione. L’impianto è anche in grado di percepire la musica inviando appositi segnali che potranno regolare l’illuminazione a ritmo. Il tutto a basso impatto ambientale, rispettando le normative sul risparmio energetico e contro l’inquinamento luminoso.