Lotta all’alta velocità In funzione l’autovelox nel centro di Tordandrea

Impianto di controllo lungo la Strada Provinciale 408 - viale del Santo Patrono. L’annuncio del Municipio dopo le richieste da parte dei residenti.

Lotta all’alta velocità   In funzione l’autovelox   nel centro di Tordandrea
Lotta all’alta velocità In funzione l’autovelox nel centro di Tordandrea

Lotta alla velocità eccessiva sulle strade, da ieri sera è entrato in funzione l’autovelox nel centro abitato di Tordandrea con l’intento di far sì che si proceda a una velocità tale da garantire la sicurezza di automobilisti e pedoni. L’annuncio dell’installazione dell’impianto di controllo lungo la Strada Provinciale 408 - viale del Santo Patrono è stato dato dall’amministrazione comunale evidenziando come siano che c’erano richieste in tal senso da parte dei residenti.

Anche in considerazione della situazioni di pericolo praticamente quotidiane e degli incidenti che, nel tempo, si sono verificate lungo la strada che attraversa la frazione e che unisce il paese con Santa Maria degli e la SS 75 Centrale Umbra da un lato e dall’altro indirizza il traffico in direzione Cannara e Bettona.

"Questa strada è altamente frequentata da pedoni anche per l’accesso alle scuole e alla parrocchia e di solito si viaggia a velocità sostenuta nonostante i limiti imposti dalla normativa vigente di non superare i cinquanta chilometri orari", viene sottolineato.

Il Comune, inoltre, evidenzia come il provvedimento si sia imposto proprio al fine di far rispettare i limiti e quindi tutelare l’incolumità e la sicurezza dei cittadini e degli automobilisti.

Così, dopo aver esperito tutte le pratiche e ottenuto tutte le autorizzazioni, l’amministrazione comunale ha previsto e finanziato l’installazione dell’autovelox fisso che nella giornata di ieri è stato collocato e messo in funzione.

Per una problematica, quella legata al traffico, che, soprattutto in questo periodo dell’anno ripropone il tema anche dei mezzi rumorosi assai, a cominciare da scooter, motorini e quant’altro.

Segnalazioni in tal senso vengono da Santa Maria degli Angeli (in particolare viale Patrono d’Italia, via Los Angeles, viale Giosuè Carducci, viale Gabriele D’Annunzio), ma anche da Assisi centro storico (a cominciare da via Borgo Aretino), da Palazzo di Assisi, con mezzi rumorosi e anche pochi rispettosi del Codice della Strada in termini di velocità e di rispetto delle regole.