La ’Variante Sud’ e gli atti negati. Ira del sindaco nell’aula comunale

Bordate su rappresentante della Quadrilatero e presidente della Commissione: "Infangata l’amministrazione"

La ’Variante Sud’ e gli atti negati. Ira del sindaco nell’aula comunale
La ’Variante Sud’ e gli atti negati. Ira del sindaco nell’aula comunale

FOLIGNO Snocciola date e atti il sindaco Stefano Zuccarini e torna sulla Commissione controllo e garanzia del 7 novembre, quella in cui l’ingegner Andrea Simonini di Quadrilatero aveva smentito il Comune sull’accesso agli atti negato al Comitato per la ’Variante Sud’. Lo fa mettendo sotto accusa anche il presidente della Commissione, David Fantauzzi, ’reo’, stando a quanto detto ieri in Consiglio comunale, di aver permesso di infangare l’amministrazione comunale. Il primo cittadino ha citato le note in cui Quadrilatero ha specificato cosa non era possibile mostrare al Comitato: quella del 26 gennaio 2023 e quella del 16 febbraio, fino a quella del 21 aprile. Per poi sottolineare, sempre Quadrilatero il 5 luglio, come fossero "venute meno le motivazioni iniziali", di fronte alle rimostranze del segretario comunale, che lamentava il fatto che il Comitato fosse venuto in possesso del tracciato. "Simonini o non conosceva le carte della sua Rup – ha detto Zuccarini – o soffre di amnesia. A nessuno è permesso di dire il falso". E contro Fantauzzi: "Lei doveva conoscere gli atti quando ha convocato la Commissione e quello che è successo è molto grave. Doveva accertarsi che non venissero dette certe cose. Era un suo dovere non infangare l’amministrazione Netta anche la difesa di Fantauzzi: "Perché quello che afferma non lo ha detto a Simonini? La Commissione non è a servizio mio e neanche della maggioranza"

Alessandro Orfei