La Primavera spreca il doppio vantaggio. Col Cosenza è 2-2

Il Perugia pareggia 2-2 contro il Cosenza nonostante un vantaggio di 2-0. La Primavera di Del Bene compie una buona prestazione ma non riesce a portare a casa i tre punti.

La Primavera spreca il doppio vantaggio. Col Cosenza è 2-2

La Primavera spreca il doppio vantaggio. Col Cosenza è 2-2

PERUGIA

2

COSENZA

2

PERUGIA: Yimga, Prisco, Falasca, Rondolini, Barberini, Bussotti, Lickunas, Ambrogi, Lomangino, Bernacci (38’ st Caprari), Ronchi (32’ st Giorgetti). A disp. Lavorgna, Panaro, Carbonini, Ebnoutalib, Dalla Valle, Cottini, Mori, Napolano, Giordani, Torri. All. Del Bene

COSENZA: Castelnuovo, Cannatelli, Pellizzaro, De Angelis, Touadi, Armari, Attanasio (45’ st Contiero), Di Porto, Benedetti (45’ st Roseti), Chisari (39’ st Mammolito), Rizzi (33’ st Bellotti). A disp. Sicilia, Marangon, Delicato, De Salvo, Pagni. All. Gatto

Arbitro: Ursini di Pescara

Marcatori: 24’ pt Bussotti (P), 26’ pt Lomangino (P), 34’ pt Rizzi (C), 10’ st De Angelis (C)

PERUGIA - Pareggio 2-2 per la Primavera di Del Bene che compie una bella prestazione ma che non riesce a portare i tre punti a casa nonostante il vantaggio per 2-0. Primo tempo pieno di occasioni da entrambe le parti e al 24’ su una punizione laterale battuta da Falasca è Bussotti ad anticipare tutti sul primo palo e di tacco insacca la palla sotto l’incrocio. Al 26’ rigore per il Perugia, va dal dischetto Lomangino che sigla il 2-0. Il Cosenza però non si demoralizza e al 34’, su una punizione laterale, Rizzi accorcia le distanze. Nella ripresa gli ospiti rientrano determinati e dopo pochi minuti finalizzano una ripartenza con De Angelis che batte Yimga con un tiro sotto la traversa per il 2-2 finale. In classifica, biancorossi che salgono a 27 agganciando il quinto posto.