I block devils prendono il primo set poi sulla squadra umbra cala il buio

La Sir Susa Vim Perugia perde 3-1 contro la Gas Sales Bluenergy Piacenza nella Superlega maschile. Perugia subisce la quarta sconfitta stagionale dopo aver conquistato un titolo.

I block devils prendono il primo set poi sulla squadra umbra cala il buio

I block devils prendono il primo set poi sulla squadra umbra cala il buio

BLUENERGY PIACENZA

3

SIR SUSA VIM PERUGIA

1

(18-25, 25-22, 25-17, 25-18)

PIACENZA: Leal 24, Santos de Souza 10, Romanò 10, Caneschi 8, Simon 8, Brizard 5, Recine 2, Scanferla (L1), Andringa, Hoffer (L2). N.E. - Gironi, Alonso, Ricci, Dias. All. Andrea Anastasi.

PERUGIA: Ben Tara 14, Plotnytskyi 10, Semeniuk 10, Solé 6, Giannelli 4, Resende Gualberto, Colaci (L1), Russo 5, Herrera 3, Held 1, Leòn, Ropret, Toscani (L2). N.E. – Candellaro. All. Angelo Lorenzetti.

Arbitri: Alessandro Cerra (CZ) e Stefano Cesare (RM).

SALES (b.s. 20, v. 12, muri 10, errori 9). SIR (b.s. 19, v. 5, muri 9, errori 7).

PIACENZA - Una opaca Sir Susa Vim Perugia perde lo scontro al vertice della Superlega maschile e rimedia la quarta sconfitta stagionale di campionato sul campo della Gas Sales Bluenergy Piacenza. Si comincia con Leal e Romanò che spingono forte (13-10). Ben Tara lancia la riscossa ed aggancia (15-15). Esce il muro umbro che mette in ginocchio i rivali e scrive sull’uno a zero. Alla ripresa del gioco Brizard crea la spaccatura (8-4). Simon è inarrestabile a rete ed i suoi affondi sono tremendi (14-9). Entra Herrera e l’inerzia comincia a cambiare anche l’attacco balbetta (22-21). Allo sprint è Santos de Souza a pareggiare i conti. Terzo periodo che continua a vedere Plotnytskyi in affanno, mentre gli emiliani aumentano la fiducia (14-9). Brizard insiste su Leal che sale in cattedra mentre crolla vistosamente Perugia (20-14). Finale senza sussulti e due a uno Piacenza. La quarta frazione di gioco avanza punto a punto per un lungo periodo (12-12). Giannelli cerca di trasmettere tranquillità ma la squadra non c’è ed affonda inesorabilmente sotto i colpi di un incontenibile Romanò. Terza sconfitta stagionale che avviene ancora in seguito alla conquista di un titolo.

Alberto Aglietti