(Olycom)
(Olycom)

Perugia, 4 agosto 2014 - E’ DURATA alcune ore la caccia al pirata della strada che, al volante di una jeep, ha travolto e ferito sabato sera un quarantasettenne che era in sella alla sua bicicletta. L’uomo, che era alla guida di una jeep di colore scuro, si è costituito alcune ore dopo l’incidente, mentre già in molti lo stavano cercando. LO SCONTRO era accaduto sabato, poco prima delle 21, lungo la strada che conduce verso Fontecchio, una via particolarmente trafficata anche da persone che camminano o che vanno in bici, soprattutto nei periodi estivi. Il quarantasettenne era proprio in sella alla sua bicicletta quando il conducente della jeep lo ha travolto di fronte agli occhi di alcuni testimoni. Ma, invece di fermarsi e prestare aiuto, l’automobilista è letteralmente scappato.

IMMEDIATI scattano i soccorsi dei presenti nei confronti del quarantasettenne, residente nel capoluogo tifernate, rimasto a terra in gravi condizioni per le ferite riportate dall’impatto. Sul posto arrivano i medici del 118 e anche una pattuglia dei carabinieri del Norm che avviano i primi rilievi. Il ferito viene trasportato all’ospedale di Città di Castello per essere sottoposto alle cure del caso. Dagli esami di rito emergono numerosi traumi soprattutto nella regione maxillo- facciale (frattura della mandibola) e i medici ne dispongono il ricovero nel reparto di Chirurgia. Ne avrà per alcune settimane. Dalle informazioni dei testimoni raccolte sul posto nei minuti successivi all’incidente, le indagini si concentrano subito attorno al conducente di una jeep di colore scuro, con la parte anteriore visibilmente danneggiata dall’impatto con la bici. Altri danni alla carrozzeria sarebbero stati riportati anche nel lato dello sportello del passeggero e sullo specchietto. I CARABINIERI raccolgono così elementi utili al ritrovamento dell’automobilista, chiamato a rispondere di gravi responsabilità. Contestualmente parte anche sui social network l’appello per ritrovarlo. Il fratello del quarantasettenne rimasto ferito nello scontro lancia immediatamente un appello su Facebook per cercare di coinvolgere più persone possibile a partecipare all’individuazione del responsabile. «Per favore, se vedete una jeep blu o nera con evidenti segni di urto sul lato anteriore destro... (ha perso mezzo paraurti) segnate il numero di targa, ha investito mio fratello nel tragitto per Fontecchio ed è scappato», scrive. Forse la grande mobilitazione o il senso di colpa, hanno indotto il responsabile a costituirsi nella giornata di ieri.