Nicolina Silvana Palozzi
Nicolina Silvana Palozzi

Terni, 21 maggio 2019 - «Mia nonna  è stata ritrovata e sta bene»: è la nipote Giulia a dare la notizia su facebook, poco dopo le 21. Nicolina Silvana Palozzi, 73 anni, scomparsa giovedì scorso è stata ritrovata a Roma, nel pomeriggio di ieri. «Vi ringrazio per il supporto e la vicinanza – scrive ancora Giulia, i cui post di ricerche avevano fatto il giro d’Italia –. Un grazie speciale va a tutte le forze dell’ordine che si sono impegnate giorno e notte».

Ma una flebile speranza si era accesa già in mattinata. Un messaggino arrivato sul cellulare del figlio: «Sto bene. Non preoccupatevi». Poi di nuovo il silenzio, quello che, assordante, andava avanti ormai da giovedì mattina. Del messaggio erano stati avvisati gli investigatori che avevano subito avviato le verifiche sulle celle telefoniche per capire da dove quell’sms fosse stato inviato e se ad inviarlo fosse stata proprio lei, la donna scomparsa. Il telefono, contattato anche subito dopo la ricezione del messaggio, risultava sempre spento, come da cinque giorni.

Intanto , però, la macchina delle ricerche non si era fermata e la figlia di Silvana era intervenuta ieri mattina nell’edizione diurna della trasmissione di Rai Tre “Chi l’ha visto?”. «Mamma fammi sapere dove sei: vengo a prenderti e andiamo insieme al bar. Poi ci facciamo un giro come vuoi te. Ma chiamami», aveva detto la donna . I vigili del fuoco hanno continuato a monitorare le sponde del fiume Nera, il percorso cittadino, anche con la moto d’acqua, sino alla diga del canale di Recentino. In accordo con la ditta che la gestisce, si stava svuotando il bacino per permettere un controllo più approfondito.

Una vera e propria “macchina” per cercare la donna. E la “macchina” ha funzionato: dal commissariato Esquilino di Roma è arrivata la telefonata alla squadra mobile di terni. Silvana era stata rintracciata in un albergo, nella Capitale. È subito stata avvisata la famiglia e i figli sono partiti immediatamente. La signora, madre e nonna, giovedì era uscita dalla sua casa di Borgo Rivo, dove vive con il marito, lasciando un biglietto in cui avvisava di andare a fare la spesa e poi alle Poste, ma non era più tornata. Poi ieri, dopo giorni di preoccupazione e paura, il ritrovamento.

Ste.Cin.