Vaccini
Vaccini

Perugia, 25 ottobre 2021 -  Scatta da oggi la fase delle terze dosi per i vaccini anti-Covid. Un provvedimento che non riguarda solo gli anziani (nelle Rsa la terza dose è già stata effettuata) ma anche altre categorie particolarmente esposte al rischio di contagio: si tratta di professionisti sanitari e operatori delle strutture sanitarie, sociosanitarie e socioassistenziali che hanno superato i sei mesi dal completamento del ciclo e di persone con elevata fragilità, a cominciare da quelle di età uguale e superiore a 18 anni e dei cittadini con età uguale o maggiore di 60. E’ l’ennesima sfida contro la pandemia che inizia con l’obiettivo di tutelare per quanto possibile la salute di tutti i cittadini.

La Regione spiega che per queste categorie, al momento risultano abilitati alla prenotazione circa 50mila soggetti. Al punto vaccinale dell’ospedale sono previste circa 160 inoculazioni al giorno e il personale sanitario potrà prenotarsi, dal lunedì al venerdì, tramite il punto Cup del Laboratorio - Ritiro Referti. Si parte oggi con la chiamata diretta agli operatori sanitari del Pronto Soccorso, del 118 e dei reparti di Malattie Infettive, Rianimazione, Medicina Interna e Vascolare ed Ematologia/Oncologia. Tutti gli altri soggetti coinvolti – spiega ancora la Regione – dovranno invece prenotarsi mediante il portale emergenzacoronavirus.regione.umbria.it. Così riceveranno una notifica sms con le indicazioni necessarie. Gli operatori delle Aziende sanitarie ed ospedaliere, invece, verranno vaccinati prioritariamente presso il punto vaccinale ospedaliero dell’ente di appartenenza, ma potranno anche prenotarsi dal portale ed accedere ai punti territoriali.
 

La Regione prevede che, una volta raggiunto uno specifico accordo, la campagna avrà un ulteriore impulso grazie alla pianificazione da parte dei medici di medicina generale delle somministrazioni della vaccinazione antinfluenzale e delle terze dosi, a domicilio e all’interno dei loro ambulatori.
 

Intanto si fa sentire l’effetto green pass, che ha evidentemente scatenato una corsa al vaccino nonostante tensioni e proteste. Ora arriva all’82,4% il numero dei residenti vaccinabili che hanno completato il ciclo di immunizzazione, con ben 1.041 dosi definitive somministrate nelle ultime 24 ore, mentre le prime dosi sono state 322. Nella regione sono state somministrate un milione 298mila 467 dosi su un totale complessivo di un milione 469.324 finora consegnate all’Umbria. Ne sono quindi disponibili - sempre in base ai dati ufficiali diffusi dal portale regionale - 170mila 857. Perciò, chi vuole, ha ancora spazio e possibilità per avere l’arma contro il Covid.