Prostituzione
Prostituzione

Assisi, 12 febbraio 2019 - Due appartamenti utilizzati per la prostituzione sono stati scoperti in un condominio di Santa Maria degli Angeli dalla polizia, che ha denunciato un uomo italiano di 57 anni, già indagato in passato, per sfruttamento e favoreggiamento della stessa attività. Da tempo gli inquilini del condominio avevano lamentato la presenza di un continuo via vai di persone sconosciute entrare ed uscire da due appartamenti, all'interno dei quali si alternavano donne di origini straniere. Gli agenti del commissariato di Assisi, dopo svariati servizi di appostamento e ricerche sui siti web specializzati, hanno avviato le indagini dalle quali è emerso - anche con la testimonianza di alcuni clienti - che all'interno dei locali venivano fornite prestazioni sessuali dietro pagamento. Sulla base degli elementi raccolti, il pm titolare dell'inchiesta ha emesso decreti di perquisizione domiciliare, eseguiti nei giorni scorsi con la collaborazione degli agenti del Reparto prevenzione crimine Marche-Umbria. Il primo dei due appartamenti seppur non abitato, è stato trovato - riferisce la polizia - perfettamente allestito per l'attività di prostituzione. Nel secondo gli agenti hanno sorpreso due ragazze di origine sudamericana. Anche questa seconda abitazione appariva allestita come luogo di prostituzione. Nel corso delle perquisizione gli agenti hanno sequestrato, fra l'altro, oltre 200 dollari e 500 euro. (ANSA).