Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Perugia, Nanni Moretti legge Natalia Ginzburg

Il grande regista in un reading d'eccezione, il 30 maggio alla Sala dei Notari

di SOFIA COLETTI
Ultimo aggiornamento il 16 maggio 2017 alle 13:11
Nanni Moretti

Perugia, 16 maggio 2017 - Colpo grosso del Circolo dei Lettori: Nanni Moretti sarà alla Sala dei Notari martedì 30 maggio alle 21, ospite d’eccezione dell’associazione perugina. Il celebre regista si presenterà in vesti decisamente inedite e insolite, non con un suo film o per parlare di cinema, ma come protagonista di un reading speciale, nel quale leggerà «Caro Michele», romanzo di Natalia Ginzburg.

«Per noi è un appuntamento irripetibile e un evento assoluto, ci sto lavorando da nove mesi» racconta con entusiasmo il presidente del Circolo, Bruno Taburchi. E’ lui a svelare i dettagli di un’operazione che rientra nell’omaggio che il regista - autore di film come «Ecce bombo», «Caro diario» e «Palombella rossa» - ha reso alla scrittrice per celebrare i cento anni della sua nascita. «Nel 2016 – racconta – Moretti ha dato la voce all’audiolibro su ‘Caro Michele’ poi ha allestito questo reading che ha proposto a Londra, all’Istituto Italiano di Cultura, e a Torino. Questo libro ha un valore forte, toccante per Moretti, molto legato alla sua storia personale e professionale. Sarà un evento molto intimo, ho fatto di tutto per portarlo a Perugia» dice Taburchi. 
L’ingresso è libero, fino ad esaurimento posti. Moretti leggerà brani, estratti e lettere dal romanzo, preceduto da una breve introduzione di un docente di italianistica su Natalia Ginzburg. Al termine il regista si fermerà a parlare con il pubblico, «rivelando grande disponibilità, come ha già fatto in altre occasioni».
«Caro Michele» è un romanzo epistolare, che racconta le vicende di una famiglia borghese romana, con una madre ancora giovane che scrive al figlio, sbandato e distante, scappato all’estero per motivi politici. Il romanzo è uscito nel 1973 e sembra quasi aver dato spunto e ispirazione a Moretti nel realizzare il suo primo lungometraggio tre anni dopo, «Io sono un autarchico» dove il protagonista si chiama proprio Michele (Apicella) che è l’alter ego dell’attore e regista in cinque dei suoi film. E al centro del romanzo c’è un rapporto madre-figlio e, più in generale, la crisi dell’istituzione familiare che torna anche nell’ultimo film di Moretti, «Mia madre». 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.