Roberto Herlitzka
Roberto Herlitzka

Gubbio, 22 settembre 2016 - I misteri, i segreti, le mille espressioni e sfumature del Medioevo si svelano in una manifestazione che non ha precedenti e paragoni in Europa: dal 4 al 9 ottobre torna a Gubbio il «Festival del Medioevo», un raffinato progetto ideato dall’omonima associazione guidata da Federico Fioravanti e ‘fatto proprio’ dal Comune, «perché significa esaltare un nostro tratto identitario e distintivo» dice il sindaco Filippo Mario Stirati.

Difficile elencare tutte le novità, gli appuntamenti, gli ospiti e le attività di un cartellone ricchissimo, che si snoda per sei giornate come appassionante racconto di dieci, fondamentali secoli di storia, sul tema, quanto mai attuale, di «Europa e Islam». Di certo arriveranno a Gubbio un centinaio di storici, saggisti, filosofi, scrittori, registi e giornalisti, per affrontare la sfida della divulgazione, insieme a 20 università, le due di Perugia in prima fila. Gli incontri (al Centro Santo Spirito) saranno il cuore pulsante del festival, che offre tutta una serie di eventi capaci di vivere di luce propria. Ed ecco la Fiera del libro medievale, unica in Italia con trenta case editrici, grandi e specializzate, il Mercato medievale - mostra mercato di artigianato e gastronomia a chilometro zero - le botteghe e i mestieri, lo spazio per miniatori, calligrafi e amanuensi dal mondo, tre grandi mostre (su Federico II, l’universo di Tolkien, la moda e i costumi dai Montefeltro ai Della Rovere). E ancora la tavola rotonda sul web, lo spazio per il cinema con Liliana Cavani che racconta il «suo» Francesco e il Medioevo dei bambini con giochi di ruolo, laboratori e letture per piccoli appassionati, dai 3 ai 10 anni.

Fiore all’occhiello di questa seconda edizione del festival sono gli spettacoli. Sono tre, a cominciare dalla presenza, giovedì 6 ottobre alle 21.15 al teatro Ronconi, del grande Roberto Herlitzka, protagonista di «Confiteor», spettacolo teatrale su Sant’Agostino scritto appositamente per il Festival da Gennaio Colangelo. Con il celebre attore in scena ci sono Marianna Masciolini, Anna Clemente Silvera e Nicholas Gallo. E poi riflettori sui Micrologus, il più famoso gruppo italiano di musica medievale che sabato 8 proporranno il concerto-spettacolo «Chanterai por mon corage» mentre venerdì 7 accompagneranno lo scrittore Amedeo Feniello ne «L’altra faccia di Gomorra». Anche questo è Medioevo.