I protagonisti della fusione tra i due sodalizi
I protagonisti della fusione tra i due sodalizi

Pistoia, 11 agosto 2019 - Una notizia confortante. In quest’epoca di individualismo imperante, di divisioni, lotte e contrasti, un piccolo (grande, fate un po’ voi) segnale controcorrente giunge dalla scherma. Pistoia Scherma Vincenzo Chiti e Sporting Scherma Prato uniscono le proprie forze: nasce così la Scherma Pistoia 1894, una fusione per incorporazione.

Pistoia assorbe lo Sporting Scherma, un’associazione sportiva dilettantistica senza scopo di lucro affiliata alla FIS (Federazione Italiana Scherma), al CONI e alla UISP, fondata nel 1980 dal maestro Lelio Maria Alby (con prima sede a Pistoia; allora conosciuta come Sporting Center), attiva a Prato dal 1995.

È il presidente della “Vincenzo Chiti”, Luca Magni, a darne l’annuncio nel corso di una conferenza stampa a Villa Cappugi. Vicino a lui l’ex massimo dirigente di Prato, il preparatore atletico Simone Ravagli, Paolo Azzi e Domenico Cassina, rispettivamente vice presidente della Federazione nazionale e presidente del Comitato regionale toscano. In platea, benedicenti, l’assessore allo sport del Comune di Pistoia Gabriele Magni e la delegata provinciale di Pistoia del CONI Vittoriana Gariboldi.

“Da sempre sogno di dare vita a una società più grande, più importante per avere voce in capitolo in ambito federale e istituzionale e di costruire una sala di scherma nella mia città. Il primo sogno inizia a prendere corpo: annuncio con orgoglio la nascita della Scherma Pistoia 1894 (1894 da un articolo di stampa in cui si descriveva la fondazione del Circolo Schermistico Pistoiese, ndr)”.

“Piccoli sodalizi fanno piccole cose – esprime la sua soddisfazione Ravagli –, frastagliarsi è sbagliato. Era da tempo che ne parlavamo con Magni e la mia socia, Daniela Alby. La storia delle due società non si cancella, ma il progetto è bello, potrà permettere a tanti giovani di praticare questo sport, siamo felici di questo passaggio”.

“In questo particolare momento del nostro Paese è significativo unirsi per crescere – le parole di Azzi –. Non possiamo che augurare il meglio a questa nuova società”. “Magni mi ha tenuto all’oscuro di tutto, ma sono felicemente sorpreso di questa notizia – sostiene Cassina –. Auguro i più grandi successi a quest’operazione, tra l’altro avvenuta in Toscana, una terra che ha conosciuto spaccature anche nella nostra disciplina”.

L’assessore Magni ha portato l’esempio della Nuotatori Pistoiesi “sodalizio che è sorto dall’unione di 3 società e che così facendo ha consentito a un’atleta (Alice Nesti, ndr) di arrivare alle Olimpiadi, ad altri di conquistare titoli italiani e medaglie europee e mondiali. Da sempre propugno le unioni, sogno di realizzare una palestra di scherma”. Gariboldi, infine, ha auspicato “l’organizzazione di una grande manifestazione di scherma a Pistoia nel prossimo autunno, magari per celebrare questa fusione, di cui nulla sapevo ma che non può che renderci contenti come CONI”. Luca Magni, che sarà presidente del nuovo sodalizio, ha ricordato “a settembre allestiremo una gara regionale alla palestra di Casalguidi e durante l’anno sperimenteremo il Mercato dei Fiori di Pescia. Ma abbiamo tanti altri sogni”.