La piccola, grande Giulia Gabbrielleschi

Pistoia, 14 aprile 2018 - Una medaglia che vale molto. Ancora lei, ancora la piccola (di statura), grande (per carattere, testa e classe) Giulia Gabbrielleschi. La 21enne pistoiese (ne compirà 22 a luglio), tesserata di Nuotatori Pistoiesi e Fiamme Oro Napoli, ha conquistato la medaglia di bronzo nei 1500 metri stile libero ai Campionati Italiani Assoluti Primaverili, tenutisi a Riccione, una delle località più belle e importanti della riviera romagnola. L’atleta ha ultimato la sua prova in un eccellente 16’19”52, in scia alla neo campionessa tricolore Quadarella, che ha fatto fermare il cronometro a 15’57”66, e a Martina De Memme, che ha chiuso con il tempo di 16’15”33.

Dopo aver colto l’oro, il primo in vasca, nei 5000 metri stile libero, sempre al Campionato Italiano Indoor Open, Gabbrielleschi ha saputo sciorinare un’altra splendida prestazione, a dimostrazione di quanto sia cresciuta negli ultimi anni (e la statura, stavolta, c’entra poco). “Siamo entusiasti dei nostri ragazzi, ancora una volta protagonisti agli Italiani – esulta il massimo dirigente della ‘Pistoiesi’ Giancarlo Lotti –. Non mi riferisco soltanto a Giulia e alle sue preziose medaglie, ma a tutta la squadra – in questo caso anche Bonacchi col suo argento nei 50m dorso, Alice Nesti, Yari Venturi e Davide Battaglia – ma pure a ogni altro singolo elemento che, grazie all’opera personale e dei tecnici Massimiliano Lombardi e Alice Ieri è diventato squadra”.

Soddisfatto anche Max Lombardi che, da sempre abituato a tenere i piedi ben saldi a terra, non si era sbilanciato alla vigilia della competizione. “Grazie a Giulia è arrivata un’altra medaglia, la terza, che ci inorgoglisce, ma soprattutto ci sprona ad allenarci ancora più forte, a migliorare ulteriormente”. Ricordiamo che Gabbrielleschi, campionessa sia nei 5mila che nei 10mila nel fondo, nelle acque del Lago di Bracciano, nel 2017, pochi giorni fa aveva vinto i 5mila metri stile libero in vasca con una performance strepitosa, mettendosi alle spalle tutte le avversarie, italiane e straniere: con 56’23”57 aveva preceduto Veronica Santoni del Circolo Canottieri Aniene (56’42”33), classe 1998, medaglia d’argento, l’azzurra Arianna Bridi del Centro Sportivo Esercito – Rari Nantes Trento (57’06”03), ’95, medaglia di bronzo, terza ai Mondiali e vincitrice della Coppa del Mondo 2017, oltre all’equadoregna Samantha Arevalo, che si allena in Italia con la Bridi ed è arrivata seconda nei 10.000 metri ai Mondiali. E dunque la Nuotatori Pistoiesi continua il suo magnifico percorso, tra il naturale ricambio generazionale e i progressi dei suoi atleti, fra campioni e aspiranti tali. Nonostante una situazione impiantistica veramente tragica. E non da ora. Chissà che cosa potrebbe fare la Pistoia del nuoto se…