Niente da fare per gli arancioni con i bianconeri under 23
Niente da fare per gli arancioni con i bianconeri under 23

Pistoia, 2 dicembre 2018 – Il derby di Tonino Asta. La prima sconfitta della Pistoiese gestione-Asta arriva con la Juventus. Battuta d’arresto di misura, non meritata, ma tant’è. Dopo 37 anni, la Juventus al “Marcello Melani” (allora stadio comunale): oddio, una Juventus minore, decisamente. Pistoiese senza Minardi e Regoli, bianconeri privi di capitan Alcibiade. Pronti, via e i bianconeri, ispirandosi ai colleghi della prima squadra, passano tosto in vantaggio. È il 2’: cross dalla sinistra di Zanimacchia, Olivieri calcia a botta sicura da pochi passi, Meli respinge, ma Di Pardo, implacabile, mette dentro. Un bel gol, niente da dire.

La Pistoiese si riorganizza a fatica, ma quando vi riesce inizia a macinare gioco. Al quarto d’ora conclusione dalla distanza di Rovini, ma il pallone si perde alla destra della porta difesa da Nocchi. Al 19’ tentativo di Kastanos in diagonale dalla sinistra, appena dentro l’area. Al 28’ Olivieri conclude debolmente dai 20 metri, in posizione centrale. Al 34’ Latte Lah vince un rimpallo al limite dei sedici metri, entra in area, ma si allunga il pallone, bloccato a terra dal portiere. Al 35’ è Cagnano a tirare in corsa dai 25 metri dalla sinistra, ma Nocchi devia sulla sua sinistra. Al 37’ è Rovini, appena entrato in area, a calciare a botta sicura, costringendo Nocchi a respingere centralmente.

Al 40’ mezza girata al volo di Ceccarelli che termina di poco alta sulla traversa. Al 42’, da posizione centrale, punizione di Rovini dai 30 metri, con palla che sfiora il palo alla destra dell’estremo difensore. Nella ripresa è ancora la squadra arancione a menare le danze. All’8’ Terigi va vicino al pari con un colpo di testa ravvicinato. Al 25’ ci prova il subentrato Forte dal limite dell’area, ma il pallone si perde a fondo campo. Al 31’ si rivede la Juventus: botta di Kastanos dalla distanza, da dimenticare.

Al 36’ traversone di Vitiello dalla sinistra, Luperini in spaccata, a tu per tu col portiere, la spara centrale, consentendo a Nocchi di bloccare la sfera. Al 40’ cross dalla sinistra di Cagnano, colpo di testa di Luperini che finisce abbondantemente fuori. Al 43’ conclusione di Latte Lah, pallone sui piedi di Forte che tira debolmente in bocca al portiere. Al 44’ è Cellini a provarci, ma Nocchi è ancora bravo a respingere. Al 49’ Cellini, infine, spreca l’impossibile, a 3 metri dalla porta. La Pistoiese si mangia le mani, la Juventus torna a sorridere dopo una serie di k.o.

0-1 (0-1)
PISTOIESE (5-3-2): Meli; El Kaquakibi, Dossena (23’ st Muscat), Ceccarelli, Terigi (20’ st Forte), Cagnano; Luperini, Picchi (23’ st Vitiello), Fanucchi (32’ st Cellini); Latte Lath, Rovini.
A disp: Crisanto, Tartaglione, Luka, Sallustio, Dosio, Cerretelli, Pagnini, Llamas.
All. Asta
JUVENTUS (4-4-2): Nocchi; Del Prete, Coccolo, Zanandrea, Beruatto (22’ st Zappa); Muratore, Kastanos, Pereira Da Silva (7’ st Toure), Di Pardo; Zanimacchia (38’ st Emmanuello), Olivieri (22’ st Maviddi).
A disp: Del Favero, Busti, Bunino, Makoun, Pozzebon, Moreno, Meneghini.
All: Zironelli
Arbitro: Di Cairano di Ariano Irpino
Marcatore: al 2' Di Pardo
Note: tardo pomeriggio piovigginoso, temperatura 8°. Spettatori circa 1200 per quasi 10mila euro di incasso. Espulso: 33’ st Kastanos per somma di ammonizioni. Ammoniti: Terigi, Cagnano, Vitiello (Pistoiese), Kastanos (Juventus). Angoli 10-1 per la Pistoiese. Recuperi 0’ pt + 4’ st.

Gianluca Barni