L'allenatore dell'Empoli Dionisi (Fotocronache Germogli)
L'allenatore dell'Empoli Dionisi (Fotocronache Germogli)

Salerno, 7 maggio 2021 - La prima dell’Empoli neo promosso è una sconfitta, 2-0, in casa della Salernitana. Una prova ordinata, costantemente all’attacco quella degli azzurri, che certo non avevano la cattiveria agonistica giusta per mettere alle corde i padroni di casa. Dionisi cambia nove undicesimi della squadra che ha surclassato il Cosenza, conquistando la serie A con tre turni di anticipo. Al 9’ occasionissima per gli ospiti: delizioso cross di Mancuso dalla sinistra, colpo di testa di Moreo da pochi passi, a botta sicura, ma Belec la tocca spedendola sul palo alla sua sinistra.

Al quarto d’ora destro telefonato di Crociata appena entrato in area: nessun problema per l’estremo difensore dei campani. Al 32’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo di Capezzi, la Salernitana passa in vantaggio: colpo di testa smorzato da Damiani che serve involontariamente Bogdan, tiro centrale del difensore e per Brignoli non c’è scampo. La ripresa vede ancora gli azzurri a macinare gioco, a fare la partita, con la Salernitana pronta a ripartire in contropiede: il possesso palla è tutto empolese.

Al 4’ Tutino, in piena area, premia la sovrapposizione di Coulibaly, che di esterno destro colpisce l’esterno della rete. Al 6’ Empoli vicino al pari: dalla destra Ricci serve in mezzo, trovando Crociata a centro area: il centrocampista batte un rigore in movimento, mettendo il pallone di poco a lato. Al 29’ buona chance per gli ospiti: colpo di testa di Moreo da centro area, ma Belec blocca il pallone a terra. Al 48’ Anderson pone il sigillo alla gara: riceve palla da destra, si libera di un paio di uomini in mezzo all’area e con un potente destro insacca. Con un successo a Pescara, la Salernitana seguirà l’Empoli nella massima serie, costringendo il Monza, passato 3-0 a Cosenza, a disputare i playoff.

TABELLINO
SALERNITANA – EMPOLI 2-0
SALERNITANA (3-5-2): Belec; Veseli (1’ st Mantovani), Gyomber, Bogdan; Casasola, Capezzi, Di Tacchio, Coulibaly (34’ st Schiavone), Jaroszynski (22’ st Kupisz); Gondo (34’ st Anderson), Tutino (18’ st Djuric).
A disposizione: Adamonis, Aya, Durmisi, Sy, Cicirelli, Boultam, Kristoffersen.
Allenatore: Bocchini (che sostituisce Castori).
EMPOLI (4-3-1-2): Brignoli; Fiamozzi (21’ st Cambiaso), Casale, Viti, Terzic; Ricci (28’ st Bajrami), Damiani, Bandinelli (11’ st Zurkowski); Crociata (11’ st Matos); Moreo, Mancuso (11’ st Olivieri).
A disposizione: Furlan, Pirrello, Romagnoli, Parisi, Haas, Stulac, La Mantia.
Allenatore: Dionisi.
ARBITRO: Fabbri di Ravenna. Assistenti: Di Iorio/Bottegoni.
RETI: 32’ pt Bogdan; 48' st Anderson.
NOTE: pomeriggio caldo, partita a porte chiuse. Ammoniti: Coulibaly, Belec, Bajrami. Angoli: 8-2 per l’Empoli. Recupero: 1’ pt + 5’ st.