Arezzo, 14 aprile 2018 - Getta al vento la possibilità di confermarsi capolista il Siena che cede ad Arezzo 1-0 e si vede superato nuovamente dal Livorno che adesso a 270 minuti dalla fine del campionato ha due lunghezze sui bianconeri e lo scontro diretto a favore.

In pratica i labronici si possono permettere di pareggiare una gara (vincendo le altre due) mentre Marotta e compagni per sperare ancora in una improbabile promozione devono fare il massimo contro Cuneo, Piacenza e Prato.

E dire che il derby del Comunale era iniziato decisamente bene per il Siena, pericoloso nel primo tempo con Cruciani e Neglia (preferiti a Guberti, non al top e in panchina per tutta la sfida e Santini). In entrambe le occasioni è super Perisan. Nella ripresa ancora un guizzo bianconero, con Marotta, ma il suo sinistro è deviato dal portiere di casa. Sul ribaltamento di fronte l’Arezzo colpisce e fa sua la sfida: Cutulo è chirurgico e il suo sinistro si infila alle spalle di Pane: 1-0 al 6’ della ripresa. La Robur a quel punto esce di scena e non creerà più grandi occasioni, mentre nel finale Luciani e Regolanti non approfittano di una dormita di D’Ambrosio per chiuder un match che comunque non vivrà altre emozioni. Il Siena perde davanti ai quasi 1000 tifosi presenti e con la quarta sconfitta in trasferta nelle ultime cinque gare giocate deve dire addio (o quasi) al sogno serie B diretta.

Il tabellino

AREZZO (3-5-2): Perisan; Muscat (26’st Della Giovanna), Varga, Semprini; Luciani, Foglia, De Feudis, Lulli (17’st Yebli), Benucci (1’st Cenetti); Cutolo (26’st Regolanti), Cellini (12’st Di Nardo).
A disposizione: Ferrari, Talarico, Mazzarani, Ferrario, Criscuolo, Belvisi. Allenatore Pavanel

ROBUR SIENA (4-3-1-2) Pane; Rondanini, Sbraga (44’st Dossena), D’Ambrosio, Iapichino (12’st Mahrous); Bulevardi (30’st Cristiani), Gerli, Vassallo; Cruciani (12’st Santini); Neglia (30’st Emmausso), Marotta.
A disposizione: Rossi, Crisanto, Panariello, Guberti, Guerri, Cleur, Solini. Allenatore Mignani

Arbitro Sozza di Seregno (Vono-Spiniello)

Rete: 6’st Cutolo.

Note: ammoniti Benucci, De Feudis, Foglia, Vassallo.