La consegna della stampante multifunzione
La consegna della stampante multifunzione

Pistoia, 23 maggio 2020 - Non è stato il primo, non sarà l’ultimo, ma è stato un atto, sentito dal profondo, di riconoscenza. Quasi doveroso. I piccoli, grandi gesti dello sport. Continua la gara di solidarietà a medici e infermieri dell’Ospedale San Jacopo di Pistoia da parte di dirigenti, tecnici e atleti dello sport pistoiese. Stavolta sono stati i tesserati di Avis Volley Pistoia, abituati a chi dona il sangue con generosità a donare qualcosa di proprio.

“In questo difficile periodo per la comunità intera, abbiamo ritenuto di offrire un piccolo contributo a favore di coloro che si sono prodigati con disponibilità e tanto amore a favore di tutti noi – fa sapere il presidente del sodalizio, l’avvocato Claudia Galigani –. Qualche settimana fa alcuni nostri dirigenti hanno contattato il responsabile delle donazioni del presidio ospedaliero cittadino per conoscere quali fossero le necessità del momento. Una volta venuti a conoscenza delle urgenze, delle priorità, abbiamo deciso di stanziare la cifra per l’acquisto della stampante multifunzione per il reparto di pediatria del nosocomio pistoiese.

Siamo consapevoli che questa è solo una goccia in mezzo al mare, ma credeteci è stata regalata col cuore. Ci ha dato tanta soddisfazione farlo: siamo contenti di essere stati utili”. In rappresentanza della società, il direttore tecnico Martino Frangioni, il capitano della prima squadra di serie D Gabriele Gori e il consigliere Marzia Benvenuti hanno effettuato la consegna della stampante al dottor Agostiniani, primario di Pediatria, rimasto piacevolmente sorpreso dal beau geste.

“In attesa di tornare ad allenarci e giocare (la sensazione è che ormai ripartiremo a settembre), cerchiamo di tenere viva l’attenzione dei nostri ragazzi, organizzando tante attività a distanza – ci rende edotti Galigani, che poi chiosa –. Intanto, facciamo il tifo per la squadra di medici e infermieri pistoiesi: è stata, è e sarà grande”. Giusto così. Riconoscenza ricca di stima e affetto.

Gianluca Barni