Fulminacci (foto Filiberto Signorello)
Fulminacci (foto Filiberto Signorello)

Sanremo, 5 marzo 2021 - "Non avrei mai potuto rinunciare a Sanremo, sono sempre stato un fan del festival. Ho fatto bene perché questa è la prova più impegnativa da quando faccio l'attività di musicista. Una grande tensione, ma anche una grande gioia. Qui mi sto divertendo tanto". Filippo Uttinacci, in arte Fulminacci, si sta godendo le lodi della critica e i messaggi di stima che stanno arrivano sui social dopo le sue esibizioni al festival. Il pezzo in gara Santa Marinella è stato apprezzato per il suo stile cantautorale che ha scomodato paragoni importanti, come quello con il principe Francesco De Gregori.

"Mi imbarazzo un po' quando me lo dicono - spiega Fulminacci -. Sicuramente De Gregori, con Dalla e Battisti fanno parte dei miei ascolti, così come la successiva scuola romana di Fabi, Gazzè e Silvestri. Per quanto riguarda la scrittura, di solito compongo i brani nella mia stanza preferibilmente alla chitarra. Poi faccio una piccola preproduzione, prima di andare in studio di registrazione per preparare i brani in bella copia". Il musicista romano, classe 1997, ha conquistato il pubblico per la sua cover di Penso Positivo di Jovanotti insieme a Roy Paci alla tromba e con l'attore Valerio Lundini.

Anche lo stesso Jovanotti ha scritto il suo apprezzamento in rete. "Non ho avuto dubbi nel scegliere la cover - sottolinea Fulminacci -. Così come non li ho avuti per Santa Marinella, canzone che sarà nel mio disco Tante care cose in uscita il 12 marzo. Spero di poter portare dal vivo presto il mio repertorio, in Itaia e all'estero. E poi, anche se non accadrà mai, ho il sogno nel cassetto di fare un duetto con Elton John".