Andrea Santonastaso in Sandro, sulla vita di Sandro Pertini (foto di Davide Saccà)
Andrea Santonastaso in Sandro, sulla vita di Sandro Pertini (foto di Davide Saccà)

Il prossimo 6 ottobre riparte la stagione dell’ITC Teatro: spettacoli, incontri, progetti speciali, eventi e laboratori. Sarà un lungo viaggio tra arte e cultura sotto la direzione artistica del Teatro dell’Argine, in collaborazione con Comune di San Lazzaro di Savena, Città metropolitana di Bologna, Regione Emilia-Romagna e MiC Ministero della Cultura, partner di comunicazione Profili, partner mediatico www.bolognateatro.it. L’inizio stagione segnerà il debutto nazionale di Sandro: un focus sulla vita di Sandro Pertini, raccontata da Andrea Santonastaso con la regia di Nicola Bonazzi. A seguire altre produzioni: La luce intorno, The Shoe Must Go On, Nel ventre. Grande attesa per gli assoli di Antonella Questa e Giuliana Musso Infanzia Felice e Dentro. Tra gli spettacoli in cartellone ci saranno quelli delle compagnie di ricerca: Kepler-452 che presenta Gli Altri; Babilonia Teatri con Mulinobianco, Frosini/Timpano – e Marco Cavalcoli – con Ottantanove. Sguardo attento anche alla nuova drammaturgia italiana ed europea, in programma Combattenti di Renato Gabrielli; Bartleby di Renato Sarti e I Girasoli di Fabrice Melquiot). Infine il teatro di figura di Fabiana Iacozzilli con lo spettacolo La Classe e con la delicata riflessione sulla perdita dello spettacolo Arturo. Novità assoluta: tre giorni di laboratorio, visioni di film e di spettacoli con Scimone/Sframeli, Fabio Mangolini, Teatro delle Albe, Paolo Nani e César Brie. A partire da domenica 24 ottobre torna anche la rassegna di teatro dedicata all’infanzia e alla gioventù che propone spettacoli per bambine, bambini, adolescenti e famiglie.

Progetti speciali e laboratori
Network tra teatri / Collaborazioni internazionali
Dopo il primo workshop internazionale tenuto dai partner d’eccezione del Théatre du Soleil nella prestigiosa cornice della Cartoucherie di Parigi, prosegue Cre-Actors - Formare teatranti interculturali per un’Europa diversa. CreActors coinvolge, oltre al Teatro dell’Argine e al Théatre du Soleil, la compagnia Border Crossings (Irlanda) e il network internazionale di drammaturghi con base in Svezia The Fence e si svolge nell’ambito del programma Erasmus +. Prosegue, inoltre, Per aspera ad astra - Come riconfigurare il carcere attraverso la cultura e la bellezza, il progetto capitanato da Compagnia della Fortezza/Carte Blanche – Centro Nazionale Teatro e Carcere e sostenuto da ACRI – Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio Spa e Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna che vede il Teatro dell’Argine tenere un corso di formazione nei mestieri del teatro con i detenuti della Casa Circondariale di Bologna "Dozza". Ripartono finalmente i laboratori per bambini, bambine, adolescenti e adulti dai 4 fino ai 99 anni a cura del Teatro dell’Argine.