La programmazione di Dicembre 2018
La programmazione di Dicembre 2018

STAGIONE LIRICA / PRESENTAZIONI APERITIVO
Pisa, Foyer del Teatro Verdi, sabato 3 novembre 2018, ore 11
IN ATTESA DEL DITTICO BUFFO NAPOLETANO
presentazione-aperitivo de La Vedova ingegnosa e de Il Maestro di Musica

introduce e coordina il dire
ingresso libero, con aperitivo finale offerto dalla FondazioneTeatro di Pisa

52^ STAGIONE DEI CONCERTI DELLA NORMALE
Pisa, Teatro Verdi, sabato 1 dicembre 2018 ore 21
ORCHESTRA DELLA TOSCANA
SALVATORE ACCARDO | direzione e violino

Ludwig van Beethoven, Concerto per violino e orchestra op. 61
Arnold Schönberg, Verklärte Nacht op. 4 (versione per orchestra d’archi)
La rivista The Strad ha descritto le esecuzioni del Carducci Quartet come “una master-class sull’unanimità di intenti musicali in cui il rigore si fonde Salvatore Accardo ha esordito in pubblico a tredici anni eseguendo i Capricci di Paganini. Due anni dopo ha vinto il primo premio al Concorso di Ginevra, e a diciassette anni è stato il primo vincitore assoluto del Concorso Paganini di Genova, dall’epoca della sua istituzione.
Il suo repertorio spazia dalla musica barocca a quella contemporanea. Compositori quali Sciarrino, Donatoni, Piston, Piazzolla, Xenakis gli hanno dedicato loro opere. Suona regolarmente con le maggiori orchestre e i più importanti Direttori, affiancando all’attività di solista quella di Direttore d’orchestra. In questa veste ha lavorato con le più prestigiose orchestre europee e americane.
Nel 1986 – insieme a Bruno Giuranna, Rocco Filippini e Franco Petracchi – ha istituito i Corsi di perfezionamento per strumenti ad arco della Fondazione Stauffer di Cremona; nel 1992 ha formato il Quartetto Accardo e nel 1996 ha ridato vita all’Orchestra da Camera Italiana, formata dai migliori allievi ed ex allievi dei Corsi di perfezionamento dell’Accademia Stauffer di Cremona. In occasione delle celebrazioni del Bicentenario Paganiniano si è esibito in tutto il mondo suonando i 24 Capricci con il Cannone, violino di Guarneri Del Gesù appartenuto a Paganini.
Dopo il debutto nel 1987 come Direttore d’orchestra ha diretto, fra l’altro, all’Opera di Roma, all’Opéra di Monte Carlo, all’Opéra di Lille, al Teatro di San Carlo a Napoli, al Festival Rossini di Pesaro.
Ha ricevuto numerosi premi, tra cui il Premio Abbiati della critica italiana. Nel 1982 il Presidente della Repubblica, Sandro Pertini, lo ha nominato Cavaliere di Gran Croce. Il Conservatorio di Pechino lo ha nominato Most Honorable Professor ed è stato insignito dell’ordine Commandeur dans l’ordre du mérit culturel, la più alta onorificenza del Principato di Monaco. Nel 2002 gli è stato conferito il prestigioso premio Una vita per la Musica. Nel 2017 gli è stata conferita la Kennedy Center ICA Gold Medal in the Arts.
Salvatore Accardo suona il violino Guarneri del Gesù (“Reade” del 1734).
Biglietti da 15 a 2,50 euro;  in vendita al Botteghino del Teatro Verdi, nel circuito Vivaticket (con le commissioni aggiuntive previste dal circuito) e nei Punto Biglietteria del Porto di Marina di Pisa e del Palazzo dei Congressi di Pisa

STAGIONE LIRICA
Pisa, Teatro Verdi, domenica 9 dicembre 2018 ore 15.30
(venerdì 7 dicembre ore 16 promozionale scuole e sociale)

DITTICO BUFFO NAPOLETANO
LA VEDOVA INGEGNOSA
(Drusilla e Strabone)

due intermezzi per musica di Tommaso Mariani per Demofonte
musica di Giuseppe Sellitti
Napoli, Teatro di San Bartolomeo, 1735
edizione critica a cura di Marilena Laterza
con: Martina Barreca Drusilla, Niccolò Casi Strabone
IL MAESTRO DI MUSICA
pastiche tratto dall’Orazio di Pietro Auletta
con arie di Autori vari (Pergolesi, Sellitti e altri)
nuova edizione critica a cura di Carlo Ipata e Alessio Bacci
con: Niccolò Casi Colagianni, Alberto Allegrezza Lamberto, Martina Barreca Lauretta
direttore
Carlo Ipata
regia Marco Castagnoli
scene Alejandro Contreras
illustrazioni Imaginarium Creative Studio
costumi Cristina Ricci
disegno luci Michele Della Mea
Orchestra Auser Musici
produzione Teatro di Pisa
Come ogni Stagione, grazie allo stretto rapporto che ci unisce ad Auser Musici, anche quest’anno non poteva mancare l’appuntamento con il barocco, che oggi guarda a due incantevoli produzioni legate alla Napoli del ‘700.
La vedova ingegnosa consiste in due intermezzi che Giuseppe Sellitti, operoso maestro di cappella napoletano che, trentacinquenne, poteva già fregiarsi di due debutti importanti, aveva composto nel 1735 su libretto di Tommaso Mariani. Ricca di riferimenti alla commedia dell’arte, priva di moralismi e con un pizzico di gusto divertito e leggero per la parodia e il grottesco, si incentra su due personaggi, la giovane e arguta vedova Drusilla, e Strabone, un pavido medicastro molto ricco che Drusilla vuole assolutamente impalmare.
Certamente più noto il secondo titolo, Il Maestro di Musica, un pastiche attribuito a Pergolesi (in realtà contiene arie di altri autori e vanta nel tempo molteplici versioni), un intermezzo per musica in due atti, di natura comica, composto su libretto di Antonio Palomba e basato sull'Orazio, opera che Pietro Auletta aveva rappresentato a Napoli nel 1737. Incentrato su tre personaggi (un impresario, un maestro di canto e la sua pupilla) e sul classico triangolo amoroso, Il Maestro di Musica fu messo in scena, per la prima volta, a Parigi il 19 settembre 1752 dalla Compagnia di Eustachio Bambini che già aveva destato un’ampia eco all'Opéra rappresentando, dello stesso Pergolesi, La serva padrona, e che proprio con Il Maestro di Musica dette il via alla celebre “querelle des bouffons”.
Entrambe le opere non sono mai state rappresentate a Pisa.
Biglietti da 27 a 9 euro;  in vendita al Botteghino del Teatro Verdi, nel circuito Vivaticket (con le commissioni aggiuntive previste dal circuito) e nei Punto Biglietteria del Porto di Marina di Pisa e del Palazzo dei Congressi di Pisa

52^ STAGIONE DEI CONCERTI DELLA NORMALE
Pisa, Teatro Verdi, martedì 11 dicembre 2018 ore 21
LE QUATUOR MAKROKOSMOS
Ufuk Dördüncü | pianoforte
Bahar Dördüncü | pianoforte
Philippe Spiesser | percussioni
Sebastien Cordier | percussioni

Béla Bartók, Sonata per due pianoforti e percussioni
Xavier Dayer, Sous la voûte étoilée (prima esecuzione in Italia)
Igor Stravinskij, Le Sacre du printemps (versione per due pianoforti e percussioni)
Le Quatuor Makrokosmos prende il nome dall’eponima musica di George Crumb per evocare le magiche possibilità di questo tipo di formazione strumentale. Accanto ai grandi capolavori classici del genere – la Sonata per due pianoforti e percussioni di Béla Bartók, Le Sacre du Printemps di Igor Stravinskij e Music for a Summer Evening (Makrokosmos III) di George Crumb – Le Quatuor Makrokosmos continua a forgiare la propria nuova identità lavorando a stretto contatto con i compositori nell’esplorazione del formato strumentale di due pianoforti e due percussioni, per creare una nuova voce e una nuova musica per il XXI secolo.
Dal suo inizio, Makrokosmos ha commissionato e interpretato molte opere di compositori di fama mondiale come Luciano Berio, Ivan Fedele, Stefano Gervasoni, Georg Friedrich Haas, Bernhard Lang, Enno Poppe, Steve Reich e Wolfgang Rihm. I Makrokosmos, sempre campioni di questo genere, hanno anche ampliato il proprio repertorio commissionando opere ad altri compositori come lo svizzero Nik Bärtsch, per raggiungere un pubblico ancora più vasto. Makrokosmos collabora spesso con altri ensemble, orchestre e cori, quali l’Ensemble Contrechamps e il RIAS Kammerchor Berlin.
I Makrokosmos hanno suonato in molti dei principali festival ed eventi famosi nel mondo, tra cui il Festival Archipel de Genéve, la Biennale di Venezia, la Philharmonie di Berlino e l’Istanbul Festival. Per i prossimi anni hanno commissionato opere a James Dillon, Luca Francesconi, Beat Furrer, Philippe Hurel, José Manuel López López e Martin Matalon..
Biglietti da 15 a 2,50 euro;  in vendita al Botteghino del Teatro Verdi, nel circuito Vivaticket (con le commissioni aggiuntive previste dal circuito) e nei Punto Biglietteria del Porto di Marina di Pisa e del Palazzo dei Congressi di Pisa

STAGIONE DI PROSA
Pisa, Teatro Verdi, sabato 15 dicembre 2018 ore 21, domenica 16 dicembre ore 17
Massimo Dapporto
in 
UN BORGHESE PICCOLO PICCOLO
di  Vincenzo Cerami
musiche originali Nicola Piovani
costumi Sandra Cardini
scene Gaspare De Pascali
con Susanna Marcomeni, Roberto D’Alessandro, Matteo Francomano, Federico Rubino
adattamento e regia Fabrizio Coniglio
produzione Teatro e Società diretto da Pietro Mezzasoma
Un grande romanzo scritto da Vicenzo Cerami nel '76; un grande film nel ‘77 firmato da Mario Monicelli con Alberto Sordi. A più di quarant’anni di distanza rivivono sulla scena teatrale le umili aspirazioni di Giovanni Vivaldi, quel “borghese piccolo piccolo” dai tratti insieme umanissimi, ridicoli, semplici e soprattutto drammatici. Attualizzata quel tanto che basta per avvicinarla ai giorni nostri, una tragicommedia che vira dai toni spesso umoristici della prima parte al clima sempre più nero della seconda, man mano che crescono nel protagonista la rabbia e il desiderio di vendetta.
Biglietti da 30 a 7,50 euro; in vendita al Botteghino del Teatro Verdi, nel circuito Vivaticket (con le commissioni aggiuntive previste dal circuito) e nei Punto Biglietteria del Porto di Marina di Pisa e del Palazzo dei Congressi di Pisa

STAGIONE DI DANZA
Pisa, Teatro Verdi, venerdì 21 dicembre 2018
Aterballetto
TEMPESTA

coreografia Giuseppe Spota
musiche originali Giuliano Sangiorgi
drammaturgia Pasquale Plastino
consulenza critica Antonio Audino
scene Giacomo Andrico
costumi Francesca Messori
luci Carlo Cerri
produzione Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto
in coproduzione con CTB - Centro Teatrale Bresciano, Teatro Stabile del Veneto
sostegno alla produzione Fondazione I Teatri  Reggio Emilia
in collaborazione con Piccolo Teatro di Milano - Teatro d'Europa
sponsor tecnico: Pro Music
Alla fine dello spettacolo, incontro/conversazione con il coreografo a cura di Silvia Poletti, critico e studiosa di danza.
Torna la più importante compagnia di danza italiana indipendente con una nuova coreografia di Giuseppe Spota, ex danzatore di Aterballetto, impegnato all’estero in più commissioni, di cui gli spettatori del Verdi hanno già potuto apprezzare Lego due anni fa: Tempesta, su musiche originali di Giuliano Sangiorgi, frontman dei Negramaro. Il capolavoro shakespeariano raccontato senza parole, attraverso il gesto, il movimento e la musica. Aterballetto affronta così una sfida: mettere alla prova la capacità della danza di raccontare una narrazione teatrale, illuminandone le storie e i personaggi in modo originale, osservandoli da nuovi punti di vista, garantendo una chiara leggibilità della vicenda originale senza rinunciare ad aprire dimensioni visionarie. E allora lo spettacolo partirà proprio da una tempesta: quella che, possiamo immaginare, ha portato Prospero e Miranda a naufragare sull’isola, per poi ripercorrere la linea degli eventi delineata da Shakespeare, evidenziando alcuni nuclei tematici di forte profondità umana.
Biglietti da 20 a 5 euro; in vendita al Botteghino del Teatro Verdi, nel circuito Vivaticket (con le commissioni aggiuntive previste dal circuito) e nei Punto Biglietteria del Porto di Marina di Pisa e del Palazzo dei Congressi di Pisa

BOTTEGHINO DEL TEATRO VERDI Via Palestro 40, Pisa
Salvo diversa indicazione, il Botteghino è aperto al pubblico tutti i giorni dal martedì al sabato (no festivi) dalle ore 16 alle ore 19; il mercoledì, il venerdì e il sabato anche al mattino, dalle ore 11 alle ore 13.
Il Botteghino riapre, inoltre, un’ora prima dell’inizio di ogni spettacolo per la vendita dei biglietti della sola rappresentazione in data, salvo esaurimento.

BIGLIETTERIA TELEFONICA tel  050 941188
Attivo dal martedì al sabato (no festivi) con orario 14 - 16
, con scelta dei posti sull’intera pianta, senza commissioni aggiuntive, e con le riduzioni e le promozioni previste. Pagamento con carte di credito.

PUNTO VENDITA BIGLIETTI AL PORTO DI MARINA DI PISA (UFFICI VECHIA DOGANA)
Aperto dal lunedì al sabato ore 9.00-12.00 e ore 15.00-17.00; la domenica ore 10.00-12.00 (con commissione di diritto di prevendita); per info tel 050 36142.

PUNTO VENDITA BIGLIETTI AL PALAZZO DEI CONGRESSI DI PISA (VIA MATTEOTTI 1)
Aperto dal lunedì al venerdì ore 9.00 - 17.30 orario continuato (con commissione diritto prevendita); tel   050 598212 - 598213

CIRCUITO VIVATICKET
È il canale ufficiale di prevendita (su tutti i canali attivati dal circuito, on-line compreso) per i biglietti degli spettacoli del Teatro di Pisa: cfr  www.vivaticket.it

INFORMAZIONI
Fondazione Teatro di Pisa / Teatro Verdi, via Palestro 40 56127 Pisa, tel 050 941111
www.teatrodipisa.pi.it