Unitalsi
Unitalsi

Appena finito il pellegrinaggio a Lourdes di giugno, il secondo dell’anno dopo quello di febbraio, l’attenzione dell’Unitalsi Toscana è già rivolta al prossimo. Si tratta dell’appuntamento che porterà pellegrini, volontari e disabili davanti alla Grotta di Massabielle dal 21 al 26 luglio. Un pellegrinaggio, visto il periodo dell’anno, lontano da impegni di studio, da sempre rivolto in modo particolare ai giovani.  «Vedere tanti ragazzi partecipare attivamente non è un dato da sottovalutare - sottolinea il presidente di Unitalsi Toscana, Roberto Torelli -. Il mese di luglio tradizionalmente è dedicato al mare, allo svago e al divertimento e fa piacere che ci sia invece chi ancora pensa che spendere la propria vita a fianco di chi soffre abbia la precedenza». L’Unitalsi, infatti, conta oltre 300mila soci in Italia e 15mila in Toscana e, oltre alla tradizionale attività di organizzazione di pellegrinaggi a Lourdes e Loreto, con il passare del tempo ha ampliato le occasioni di incontro e di servizio verso anziani e disabili prevedendo un programma annuale di impegni. «Da qualche anno - aggiunge Torelli - abbiamo realizzato iniziative di grande significato spirituale e sociale.  Perché l’Unitalsi per noi è davvero “Unitalsi tutto l’anno”, con impegni e iniziative organizzate dalle varie sottosezioni per superare ogni forma di emarginazione e di discriminazione verso coloro che soffrono». Per ulteriori informazioni, e anche per sapere come fare per partecipare alla partenza prevista a luglio, telefonare al numero 055.2398015 oppure scrivere a toscana@unitalsi.it.