Auser
Auser

Un impegno importante quello dell’Auser nella giornata del 25 novembre. In tutte le sedi territoriali dell’associazione verranno esposti striscioni e fiocchi rossi per dire “no alla violenza contro le donne”, e saranno realizzati eventi e iniziative in collaborazione con enti pubblici, associazioni locali e con Spi-Cgil. Tra le idee originali a cui Auser ha aderito c’è quella di Cna Firenze dal titolo “Farsi bella non è una colpa” che, attraverso un contest su Facebook, vuole ribadire che ogni donna è libera di piacersi. L’Auser regionale nell’ambito dei valori fondanti dell’associazione nazionale, nel 2014 ha istituito l’Osservatorio regionale pari opportunità al fine di renderlo un “laboratorio” di discussione, di proposta e di attività per affrontare il disagio delle donne e di quelle anziane in particolare, ma anche per “reclamare” il riconoscimento del ruolo della donna e delle donne anziane all’interno dell’associazione e della società.

Molte sono le attività di ascolto e di aiuto alle persone: una su tutte il progetto Abitare solidale, grazie al quale le donne anziane si rendono disponibili a ospitare persone giovani e in stato di disagio, incluse donne che hanno subito violenza. «È importante una “azione culturale” di donne per le donne per conoscere le motivazioni di adesione e partecipazione alle attività dell’associazione – spiegano da Auser Toscana -. Gruppi di donne autogestiti su argomenti individuati dalle donne che emergono dal territorio, convegni sulla medicina di genere per sensibilizzare sulla violenza di genere e

altro ancora».
Quindi Auser si è proposta per la ricerca regionale e ben presto si è verificata la possibilità concreta (permessa dalla modalità individuata dall’osservatorio sociale regionale) affinché le volontarie potessero parlare con le donne socie presentando il questionario non solo per avere un loro parere ma soprattutto per costruire un’occasione di confronto mirato a una nuova azione culturale delle donne verso le donne anziane. Il risultato della ricerca ha permesso all’Auser e alle altre associazioni di costruire reti per una progettualità più mirata alla specificità delle problematiche delle donne anziane. Il rapporto della Toscana sulla violenza di genere, presentato il 22 novembre in Regione a Firenze fornisce dati importanti su cui discutere per approntare percorsi specifici.
Auser fa inoltre parte del progetto “Donne in salute - Un ponte tra le buone pratiche”: un accordo di collaborazione con l’Azienda Usl Toscana Sud Est per realizzare azioni finalizzate a favorire l’empowerment a livello individuale e di comunità, prevenire l’isolamento e favorire l’inclusione anche delle donne extracomunitarie. Tra gli altri obiettivi c’è quello di favorire la partecipazione della cittadinanza alle varie iniziative e sviluppare la progettualità, promuovere un approccio multi dimensionale per un’integrazione tra analisi sanitaria e sociale sulla questione di genere, attivare l’informazione e la formazione attraverso i seminari, i convegni anche a fronte di trasferibilità sul territorio toscano.