Sono state 964.178 le ore di volontariato svolte nel corso del 2016 dai volontari dell’Auser Toscana. La maggioranza delle ore, ben 497.324 (come FiIo d’Argento), è stata impegnata per l’aiuto alla persona, mentre 326.688 sono state utilizzate per servizi alla comunità di volontariato civico. Le altre ore (39.983) sono state dedicate all’apprendimento permanente, oltre 49mila al tempo libero, 21.106 al turismo sociale, 23.468 alla solidarietà internazionale e 6.596 ore al sostegno agli immigrati.

Il bilancio sociale per un’associazione rappresenta la certificazione di un profilo etico, l’elemento che legittima il ruolo di un soggetto, non solo in termini strutturali ma soprattutto morali, agli occhi della comunità. Certificazione delle tante attività di sostegno e solidarietà sviluppate dalle 206 associazioni di base in Toscana (dove Auser è presente in 180 comuni su 274). In questo numero sono incluse non solo le associazioni di volontariato regionale, comprensoriale e di base, ma anche 44 associazioni di promozione sociale: regionale, comprensoriali e 35 locali. Per il 2016 risultano 5.516 volontari attivi e oltre 39mila associati: la maggior parte è costituita da donne sia tra i soci che tra i volontari. Inoltre nel 2016 le associazioni aderenti all’Auser hanno potuto contare sulla presenza di 17 volontari del

servizio civile. Per lo svolgimento delle attività vengono utilizzati 651 mezzi tra auto, pulmini e altro, di cui 46 abilitati per trasporto disabili.

Le molteplici attività di aiuto alla
persona, svolte dalle associazioni
Auser Filo d’Argento, impegnano
1.448 volontari, mentre per
l’accompagnamento sociale sono stati percorsi, nel 2016, 1.470.263 Km. Il Filo d’Argento è anche una linea telefonica di aiuto alla persona: nel 2016 le richieste ricevute sono state 96.536 e 133.405 gli interventi svolti, 44.002 le persone assistite di cui 21.297 donne. «Riteniamo il Bilancio sociale come lo strumento principe e trasparente per far conoscere la nostra attività e il nostro progetto sociale a tutti dai volontari, agli iscritti, dai cittadini alle istituzioni alle altre organizzazioni del Terzo Settore - dice la presidente dell’Auser Toscana Simonetta Bessi. - Siamo impegnati negli interventi in sostegno alle fragilità e alle attività di promozione sociale. Le risorse che i nostri associati e i cittadini ci mettono a disposizione le spendiamo queste attività perché noi siamo quello che facciamo».