Era tutto pronto per l’esordio in campionato, ma la partita tra Emma Villas Aubay e Pool Libertas Cantù è stata rinviata a data da destinarsi. La positività al Covid-19 di un tesserato del gruppo squadra ospite e l’impossibilità di effettuare un tampone di controllo a giocatori e staff in tempo utile per raggiungere Siena hanno costretto la Lega a posticipare l’incontro valido per...

Era tutto pronto per l’esordio in campionato, ma la partita tra Emma Villas Aubay e Pool Libertas Cantù è stata rinviata a data da destinarsi. La positività al Covid-19 di un tesserato del gruppo squadra ospite e l’impossibilità di effettuare un tampone di controllo a giocatori e staff in tempo utile per raggiungere Siena hanno costretto la Lega a posticipare l’incontro valido per la prima giornata di campionato. La notizia è stata diffusa ieri attorno alle 16; l’Emma Villas, tramite i propri canali social, ha informato i possessori del tagliando che fornirà il prima possibile indicazioni al riguardo.

Le altre cinque partite di serie A2 sono regolarmente in programma per oggi. Anche in A3 l’emergenza sanitaria ha costretto al rinvio tre partite: Prata di Pordenone - Bolzano, Portomaggiore - Macerata e Lecce - Aci Castello sono state posticipate per casi di positività al Covid. E pure il campionato femminile ha già dovuto registrare diversi rinvii. La ripresa dei lavori in vista della gara di Cuneo di domenica 25 (sempre che nel frattempo non intervengano altri stop) è prevista per martedì. In mattinata, parlando al sito ufficiale della società, il presidente Giammarco Bisogno si era così espresso: "Non aspettavo altro di cominciare dopo quello stop brusco e drammatico. Lo sport ha il compito di dare dei messaggi di speranza, pur capendo la gravità della situazione che stiamo tornando a vivere dobbiamo avere voglia di giocare. L’anno scorso era giusto fermarci, le conseguenze erano imprevedibili. Quest’anno ritengo che lo sport possa dare il segnale di non mollare, tenere duro e fare da locomotiva per trascinare anche il mondo imprenditoriale. Dobbiamo avere la forza e il coraggio di andare avanti". Nel pomeriggio, poi, la notizia che Cantù non avrebbe potuto raggiungere Siena; pronti via e subito stop, il primo ma probabilmente non l’ultimo di una stagione che si preannuncia molto difficile.

Stefano Salvadori