Siena, 29 luglio 2018 - Vince, convince e stacca il pass per il turno successivo di Coppa Italia (contro l’Entella domenica prossima a Chiavari) la Robur di Mignani, che nonostante le assenze e tutte le attenuanti del caso liquida i volenterosi sicilia rispecchia in pieno l’andamento del match.

Nel caldo dell’Artemio Franchi i bianconeri di casa partono bene e dopo una prima e breve fase di studio iniziano a provare a spingere sull’acceleratore. La prima occasione è di Guberti che impegna Polverino all’8’. A parte il colpo di testa di Marano la Sicula non impegna mai Nardi e al 20’ rischia di capitolare.

Cianci da fuori impegna Polverino, che poi è bravissimo sul tap-in di Neglia da pochi passi. L’azione prosegue e Cianci centra la traversa con un colpo di testa. Senza nessuna altra emozione finisce il primo tempo. Al rientro lo spauracchio dei supplementari lo scaccia la Robur che al 2’ passa. Angolo di Guberti, palla che resta in area e destro di Bulevardi al volo.

La Sicula rischia di capitolare dopo pochi minuti quando Laezza si immola per murare un sinistro a botta sicura di Cristiani (5’). Il raddoppio della squadra di Mignani arriva al 15’. Punizione dal limite di Neglia, tocco di mano di Marano. Per l’arbitro D’Ascanio è rigore e dal dischetto Neglia spiazza Polverino.

Il 2-0 dei padroni di casa spegne le velleità dei siciliani che, reduci da un viaggio infinito da Catania (dove sono in ritiro e da dove sono partita in traghetto per Napoli per poi proseguire in pullman verso Siena) non sono riusciti a tenere il ritmo degli avversari. Per il Siena buona la prima dopo due settimane di duro ritiro, anche se l’attenzione dei tifosi è sulle vicende extra campo.
 

SIENA-SICULA LEONZIO 2-0

ROBUR SIENA (4-3-1-2): Nardi; Brumat, Romagnoli (42’st Solini), Rossi M., Lomolino; Cristiani (30’st Perri), Bulevardi (44’st Nassi), Arrigoni; Guberti; Neglia, Cianci. A disposizione: Rossi A., Bonechi, Frosinini, Biancalani, Sensitivi, Fontana, Cefariello. Allenatore Mignani
SICULA LEONZIO (4-3-3): Polverino; Talarico, Laezza, Ferrini, Squillace; Marano (22’st D’Amico), Esposito, D’Angelo; Arcidiacono (42’st Russo), Vitale (1’st Gammone), Bollino. A disposizione: La Cagnina, Pollace, Brunetti, Palermo, Sidibe, De Felice, Gammone. Allenatore Bianco

Arbitro: D’Ascanio (Montanari-Teodori)

Marcatori: 2’st Bulevardi, 16’st Neglia (rig.)

Note: Angoli: 3-5. Ammoniti: Cianci, Marano. Recupero: 0 e 3.

Spettatori: 899.