Mens Sana-Biella
Mens Sana-Biella

Siena, 11 gennaio 2017 - Il recupero 14esima giornata di campionato coincide con la vittoria che interrompe la crisi di risultati della Mens Sana che, in casa, batte l’Angelico Biella per 74-68 dopo un tempo supplementare. Un successo che arriva dopo 6 sconfitte consecutive per la squadra di coach Griccioli, che torna a sorridere per un risultato positivo grazie ad una prova maschia, tenace, non bella dal punto di vista tecnico, ma di grande volontà e voglia. Quella che serviva per tornare alla vittoria, dopo una tenace rimonta, per di più dopo un overtime.

Primo quarto di sostanziale equilibrio, con la Mens Sana che prova a giocare a ritmo elevato ma paga i tanti errori al tiro e un Mike Hall che, sul versante biellese, mette a segno molti canestri sfruttando i secondi possessi che arrivano da rimbalzi offensivi. L’Angelico sembra avere più sostanza nei primi 10’ e chiude in vantaggio, 18-15, il primo periodo grazie a un canestro da tre di Marco Venuto che vanifica il recupero senese trascinato soprattutto dal solito Mike Myers.

La partita sale di tono ad inizio secondo quarto: buono l’impatto di Mascolo - che trova anche un paio di canestri importanti -, e più in generale di tutta una Mens Sana che cerca di trarre energia dalla propria difesa. E’ ancora Hall che però trascina Biella: i piemontesi rispondono con solidità e il lungo statunitense mette a segno canestri, anche di pregevole fattura, che creano una prima separazione tra le squadre. A metà gara l’Angelico è avanti di 10 lunghezze: 39-29.

La Mens Sana riesce a reagire nella prima metà di terzo quarto, dimezzando lo svantaggio e portandosi fino al -4, 41.45. Myers ancora tra i protagonisti, anche in negativo con il quarto fallo che arriva prematuramente. Una bomba di Flamini conduce Siena anche al -1 ma, dopo la reazione biellese, la penultima frazione di gioco si chiude sul +4 Angelico.

Un punteggio, questo, che resta congelato per i primi 3’ dell’ultimo quarto. E’ Tavernari a sbloccare la situazione ma subito gli risponde Hall con un canestro pesante. Biella, con un Ferguson salito di tono, torna sul +7 (55-62 a 6’ dalla sirena finale) ma Siena non demorde: Myers torna a dettare legge e riporta Siena sul -3. Tavernari si vede anche non assegnare una dubbia bomba sul fil di sirena per infrazione di 24”, nell’azione successiva un fallo antisportivo di Ferguson su Saccaggi accende l’incontro in un palpitante finale punto a punto. Il pareggio senese arriva a quota 64 con un canestro con fallo di Myers che però sbaglia il tiro libero aggiuntivo e la partita va all’overtime.

Il supplementare si apre con una schiacciata e un altro canestro in contropiede di Myers. Il nativo di Kamdem (New Jersey) diventa assolutamente dominante: segna, subisce falli e recupera anche una serie di palloni che scaldano il pubblico senese. Sono tutti i suoi i punti del +6 senese nell’overtime, recuperato poi dall’Angelico soprattutto a causa di due folli palle perse della Mens Sana in rapida successione. Myers, ancora lui, riporta Siena sul +4. Segna solo il centro? No, perché Tavernari dalla lunetta i due liberi che sigillano il punteggio sul 74-68. E’ Siena che torna alla vittoria, un successo atteso dal 23 novembre scorso.

MENS SANA SIENA-ANGELICO BIELLA 74-68 

MENS SANA SIENA: Masciarelli ne, Harrell 13, Mascolo 4, Vildera, Saccaggi 7, Flamini 9, Bucarelli 4, Pichi, Myers 27, Tavernari 10. Coach: Griccioli.

ANGELICO BIELLA: Ferguson 15, Hall 19, Massone, Venuto 3, Pollone L. 2, De Vico 8, Udom 6, Pollone M. ne, Rattalino ne, Tessitori 15. Coach: Carrea.

ARBITRI: Ciaglia, Giovannetti, Fabiani.

SPETTATORI: 1696

PARZIALI: 15-18; 29-39; 53-57; 64-64.