Quotidiano Nazionale logo
15 mag 2022

Badesse: uno storico obiettivo Vincere per accedere ai play-off

Trasferta molto impegnativa per il team di Alessandria. La Sangiovannese si gioca. la permanenza in categoria

L’esultanza del Lornano Badesse dopo un gol segnato domenica scorsa all’Arezzo
L’esultanza del Lornano Badesse dopo un gol segnato domenica scorsa all’Arezzo
L’esultanza del Lornano Badesse dopo un gol segnato domenica scorsa all’Arezzo

Oggi alle 16 a San Giovanni Valdarno il Badesse si gioca lo storico (e sostanzialmente simbolico) quinto posto in campionato che equivale all’ultima piazza per accedere ai playoff. Non è però un compito facile quello di Manganelli e compagni, sia per le motivazioni, altrettanto importanti, dei padroni di casa che cercano la salvezza diretta, sia perché il tecnico biancoazzurro Antonio Alessandria deve rinunciare ad alcune pedine importanti. Al netto dei rientri, molto probabili, di Andreoli e Masini (in tribuna contro l’Arezzo sette giorni per una sindrome influenzale), mancheranno sicuramente il lungodegente Buono e lo squalificato Schiaroli. Assenti anche gli esterni classe 2001 Corsi e Frosinini, che si sono fermati per problemi muscolari. Torna quindi tra i titolari il coetaneo Bonechi in difesa mentre la corsia di destra dovrebbe essere coperta dal 2003 Mari con Cecconi sull’out mancino. Davanti con Lucatti e Diarrasouba potrebbe rivedersi uno tra Discepolo e Mignani. In casa Sangiovannese mister Firicano, accostato anche alla panchina del Badesse nel momento dell’esonero di Gennaioli, deve vincere per evitare i playout. "Pensiamo a conquistare i tre punti senza fare troppi calcoli – ha detto l’ex difensore di Cagliari e Fiorentina a forzasangio.it -. Sappiamo bene che anche il Badesse si gioca molto, giustamente. Sarà quindi una gara tattica e forse nervosa per entrambi, tra due squadre molto motivate. Se al mio arrivo mi avessero detto che vincendo l’ultima partita saremmo stati certi della salvezza avrei firmato. Giochiamocela e dimostriamo di meritarci la D con la permanenza diretta".

Guido De Leo

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?