Monte Amiata (Siena), 30 Aprile 2018 - Una tappa dura e difficile come volevano le previsioni per con gli ultimi quindici chilometri di salita per raggiungere a quota 1.687 metri il Rifugio sul Monte Amiata. La gara a tappe “Toscana Terrea di Ciclismo-Eroica” alla fine propone quale vincitore in solitaria il nazionale russo Alexander Vlasov che taglia il traguardo con 18” di vantaggio nei confronti del giovane Andrea Bagioli del Team Colpack, che conquista la maglia di nuovo leader della corsa con 3” di margine sullo stesso vincitore della tappa al termine della quale ci sono stati ritardi pesantissimi. Tra i più bravi in assoluto anche Scaroni della Petroli Firenze Hopplà Maserati e Andrea Innocenti 19enne della Maltinti Banca Cambiano, così come il colombiano Reyes Rubio.

La tappa che ha preso il via da Radicofani è stata caratterizzata da una lunga fuga di 10 atleti, poi rientrato il tentativo la corsa è esplosa lungo i tornanti del Monte Amiata offrendo spettacolo ed emozioni perché la tappa si è decisa sul filo dei secondi così come si presenta la classifica generale per le prime piazze alla vigilia della terza ed ultima frazione con partenza dalla Valdichiana ed arrivo a Buonconvento dopo numerosi tratti di strade bianche. Corsa dunque apertissima a promettere emozioni nella giornata del 1 Maggio.

La frazione prevede il ritrovo a Cesa nel Comune dik Marciano della Chiana, quindi trasferimento per il via ufficiale alle 11,30 da Lucignano. L’arrivo a Buonconvento in via Dante Alighieri dopo 163 chilometri (è la frazione più lunga) previsto attorno alle 15,30.

ORDINE DI ARRIVO: 1) Alexander Vlasov (Naz. Russia) Km 156,2, in 4h02’, media Km 38,546; 2) Andrea Bagioli (Team Colpack) a 18”; 3) Christian Scaroni (Petroli Firenze Hopplà Maserati); 4) Einer Reyes Rubio (Vejus TMF); 5) Andrea Innocenti (Maltinti Banca Cambiano).

CLASSIFICA GENERALE: 1) Andrea Bagioli (Team Colpack); 2) Vlasov a 3”.