Siena, 25 giugno 2018 - Di primo istinto, una volta acquisiti i risultati, è andato in piazza del Campo, in quel Comune per 74 anni guidato dal centrosinistra. Luigi De Mossi, senese, avvocato 58enne, è il nuovo sindaco e ha già scritto la Storia: è il primo amministratore non "rosso" dell'epoca repubblicana.

La notte l'ha trascorsa appunto in parte in Comune, affacciandosi su piazza del Campo. Insieme a molti cittadini che lo hanno sostenuto, ma insieme anche a diversi volti noti del centrodestra toscano, tra cui l'onorevole di Fratelli d'Italia Giovanni Donzelli, che proprio dal Comune, durante i festeggiamenti, è andato in diretta Facebook.

Per festeggiare un risultato che è davvero clamoroso e insieme particolarmente significativo nella città del Monte dei Paschi. De Mossi ha sconfitto il sindaco uscente Valentini. Un sindaco prestato alla politica: fino a pochissimi giorni prima del ballottaggio era in udienza in tribunale. E' della contrada del Nicchio. 

"Adesso tocca al cambiamento, un cambiamento assolutamente equilibrato. Ci hanno detto le peggio cose nelle ultime settimane di campagna elettorale. Ma noi siamo persone civili e perbene. La gente ha capito che noi vogliamo davvero solo il bene per la nostra Siena", dice De Mossi

"Ci tengo a dire, nonostante il suo messaggio rilasciato appena ha saputo della sconfitta - ha aggiunto - che Valentini è stato uno sfidante leale ma ha pagato scelte scellerate, come l'apparentamento con Piccini. Adesso mi concentrerò subito sul Palio poi dopo struttureremo il nostro programma. Posso solo dire che sarò il sindaco di tutti i cittadini, starò tra la gente e non chiuso nelle stanze di palazzo".

"Luigi De Mossi sarà il sindaco di Siena per i prossimi 5 anni e faremo una strenua e costante opposizione a tutto ciò che metterà in discussione la civiltà e la solidarietà della nostra comunità. Spero che De Mossi rinunci all'insana idea di fare il sindaco part time e soprattutto ad applicare a Siena le parole d'ordine di Salvini", ha invece scritto su Facebook Bruno Valentini. Ora appunto il sindaco dovrà concentrarsi sul Palio: manca poco al 2 luglio e le incombenze per il primo cittadino di Siena in questi giorni sono tantissime. Poi inizierà il suo lavoro sugli altri grandi temi cittadini.