Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Mps, c'è l'accordo per la ricapitalizzazione

L'accordo permetterà all'Italia "di iniettare capitale in Mps a titolo precauzionale in linea con le regole Ue, limitando al contempo l'onere per i contribuenti italiani", ha spiegato Vestager.

Ultimo aggiornamento il 1 giugno 2017 alle 11:41
Palazzo Sansedoni, sede della Fondazione Mps (Ansa)

Siena, 1 giugno 2017 - Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, e la commissaria europea alla Concorrenza, Margrethe Vestager, hanno raggiunto "un accordo di principio per la ricapitalizzazione precauzionale di Banca Monte dei Paschi di Siena". Lo comunica la Commissione europea.

La Commissione non ha ancora preso una decisione formale sulla ricapitalizzazione precauzionale di Monte Paschi. L'accordo di principio tra Padoan e Vestager "è condizionato alla conferma parallela da parte della Bce nel suo ruolo di supervisore che Monte dei Paschi di Siena è solvibile e rispetta i requisiti di capitale", dice il comunicato della Commissione.

Un'altra condizione è che il governo italiano ottenga "una conferma formale da parte degli investitori privati che acquisiranno il portafoglio di non-performing loans (crediti deteriorati, ndr)" di Mps. La Commissione e il governo continueranno il loro dialogo per "finalizzare i dettagli del piano di ristrutturazione finale di Mps", aggiunge il comunicato della Commissione.

"L'Italia dovrà notificare questo piano di ristrutturazione finale, inclusi gli impegni da parte delle autorità italiane su come intendono mettere in opera il piano. Su questa base, la Commissione adottera' la sua decisione formale". Secondo la commissaria Vestager la soluzione trovata "e' un passo positivo per Mps e per il settore bancario italiano". L'accordo permetterà all'Italia "di iniettare capitale in Mps a titolo precauzionale in linea con le regole Ue, limitando al contempo l'onere per i contribuenti italiani", ha spiegato Vestager.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.