Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Monte dei Paschi, il Qatar si tira indietro. E' più vicino l'intervento pubblico

Prime stime: "Circa 1 miliardo dalla conversione dei bond". Per chiudere l'aumento bisogna arrivare a 5. Nella giornata di giovedì 22 dicembre nuovo cda, poi la decisione

Ultimo aggiornamento il 21 dicembre 2016 alle 20:22
Monte dei Paschi di Siena (Ansa)

Siena, 21 dicembre 2016 - Alla fine ha fatto un passo indietro. Manca all'appello l'investitore più importante, il perno dell'intera partita per la ricapitalizzazione di Mps. Il fondo del Qatar (da cui la banca sperava di ottenere almeno un miliardo di euro), "non ci sta". E a Rocca Salimbeni, mentre è in corso il cda, le speranze di portare a casa l'aumento di capitale 'privato' sono al lumicino.

Indiscrezioni danno a circa un miliardo di euro la cifra che sembra sia stata raccolta con la seconda tranche di conversione dei bond subordinati in azioni, destinata prevalentemente alla clientela retail, nell'ambito dell'operazione di rafforzamento patrimoniale di Mps. Ancora nessuna conferma sulla cifra raccolta da parte dei vertici di Mps, con l'ad Marco Morelli che, a chi gli chiede se si arriverà al salvataggio di Stato per la banca più antica del mondo, risponde: "Quando avremo chiuso l'aumento di capitale, comunicheremo". Oggi il Parlamento ha approvato la risoluzione di maggioranza che consente l'incremento del debito pubblico fino a 20 miliardi di euro per risolvere le crisi bancarie. 

L'OBIETTIVO - Obiettivo finale del piano di ricapitalizzazione è un rafforzamento patrimoniale da 5 miliardi di euro. Dalla seconda tranche di conversione, che si è chiusa oggi alle 14, la banca auspicava di raccogliere fra 1 e 1,5 miliardi. Dalla prima, che si è chiusa il 2 dicembre, erano arrivate adesioni per 1,028 miliardi. Domani alle 14 scadrà invece il termine per l'adesione all'aumento di capitale.  L'esito complessivo dell'operazione sarà un elemento determinante per valutare la necessità di un intervento dello Stato.

I RUMORS - Secondo fonti finanziarie, a oggi mancherebbe una risposta del mercato all'offerta di azioni Mps nella ricapitalizzazione della banca. Gli investitori istituzionali avevano tra l'altro indicato come condizioni una massiccia adesione delle conversioni nel liability management e la presenza di un anchor investor di peso. Entrambe queste condizioni non si sarebbero ad ora realizzate.  

DECISIONE VICINA - Nella giornata di giovedì 22 dicembre si riunira' a Milano un altro consiglio di amministrazione del Monte dei Paschi di Siena. E' quanto si apprende da fonti vicine al board. Sempre domani, l'istituto comunichera' il bilancio definitivo relativo al piano di ricapitalizzazione da 5 miliardi di euro e prendera' le conseguenti decisioni.

BORSA - Nel frattempo, oggi il titolo Mps ha chiuso in Borsa cedendo il 12,08% a 16,3 euro.  Brillanti gli scambi, per 3,31 miliardi di euro, pari ad oltre l'11% del capitale di Rocca Salimbeni.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.