E’ tornato libero anche l’ultimo dei tre giovani ai domiciliari per il presunto stupro di gruppo, lo zio di Manolo Portanova, Alessio Langella. E’ di ieri la notifica dell’ordinanza con la quale viene modificata la misura cautelare. All’indagato, dfieso dall’avvocato Alessandro Betti, viene fatto soltanto divieto di avvicinarsi alla ragazza di 20 anni e, ovviamente di contattarla sia direttamente che telefonicamente o con messaggi. L’inchiesta comunque prosegue, in particolare per quanto riguarda l’analisi del materiale prelevato dai cellulari dei protagonisti della vicenda in maniera tale da ricostruire cosa è accaduto quella sera in una casa del centro storico