Quotidiano Nazionale logo
15 mag 2022

"Stop all’isolamento Torni l’Alta velocità"

Incontro a Moiano tra il Pd del Trasimeno e gli esponenti di Chiusi e della Valdichiana sulla stazione Medioetruria

Un momento dell’incontro a Moiano che ha visto partecipare diversi esponenti Pd della Toscana e dell’Umbria per parlare di alleanze economiche e futuro
Un momento dell’incontro a Moiano che ha visto partecipare diversi esponenti Pd della Toscana e dell’Umbria per parlare di alleanze economiche e futuro
Un momento dell’incontro a Moiano che ha visto partecipare diversi esponenti Pd della Toscana e dell’Umbria per parlare di alleanze economiche e futuro

La Medioetruria? "Più a sud possibile, nell’attesa puntiamo su Chiusi". Un coro unanime dai territori di cerniera tra Toscana e Umbria che si sono ritrovati ieri al tavolo del Pd di Città della Pieve per trovare una strategia comune sulle infrastrutture. I sindaci di Chiusi e dell’Unione dei Comuni del Trasimeno, la Provincia di Perugia con il vicepresidente Cristian Betti, amministratori da tutti i comuni del territorio, consiglieri regionali di Toscana Elena Rosignoli e Umbria Simona Meloni, il parlamentare Walter Verini e l’eurodeputata Camilla Laureti si sono incontrati riaffermando l’esigenza di rompere l’isolamento della zona. Una lista chiara quella delle priorità: completamento della strada Perugia-Chiusi, ammodernamento della Moianese e della statale 71 a Castiglione del Lago, per quanto riguarda la mobilità pubblica invece il progetto del Bus Rapid Transit che non si fermi a Perugia (Castel del Piano) ma proceda fino al Trasimeno e infine, l’aggiunta di Chiusi alla formula prevista dalla Regione Umbria della Foligno-Perugia-Terontola-(Chiusi, quindi) per gli interventi sulla rete ferroviaria. "Sette milioni sono stati spesi a Chiusi – ha detto il sindaco Gianluca Sonnini - per permettere alla Alta Velocità di fermarsi e a oggi ancora non abbiamo la conferma che da giugno riprenda la fermata. Se serve una stazione in linea ci vorrà del tempo per farla, ma da sindaco di Chiusi voglio capire che futuro avranno le stazioni di Chiusi, Terontola, Orvieto e Arezzo, treni regionali e intercity... Me lo dovranno spiegare. Se non servirà invece la stazione in linea, noi ci siamo, abbiamo una stazione già adeguata. Tre coppie di treni in un anno, può essere un servizio iniziale che il territorio può pretendere. Viviamo ogni giorno con il fruscio del treno che passa: che non si possa perdere un quarto d’ora per farlo fermare a Chiusi è assurdo".

Sara Minciaroni

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?