Siena, 21 giugno 2019 - L’ultima prova dei cavalli da Palio il 7 giugno alla pista di  Mociano. Ieri ad addestrarsi qui sono stati i volontari di Misericordia e Pubblica assistenza, con il 118. Una prova generale in vista del 2 luglio per quanto riguarda i soccorsi. Principalmente ai fantini, ma non solo. Che verrà ripetuta in Piazza  del Campo, il 27 o il 28 giugno, al termine delle prove di notte. 

Una ventina i volontari di ciascuna associazione che, ieri a partire dalle 18, hanno simulato tempi e modalità dell’intervento come se fossero a San Martino e al Casato. «Abbiamo provato anche la mossa – sottolinea Gianpiero Ciacci, responsabile del servizio Palio della Misericordia – perché ultimamente, stando ai dati del 118, si verificano cadute soprattutto alla prova generale. C’è la complicazione che dobbiamo andare in salita per portare all’ambulanza il fantino. Così è stato studiato, per evitare che scivoli, di incrociare le braccia dei due soccorritori che stanno ai piedi del ferito».

«Utilizzeremo a S.Martino il metodo già adottato al Casato spostandoci con il fantino verso lo steccato interno, in una posizione sicura, invece di tornare alla postazione iniziale, qualora il soccorso sia nella parte bassa, verso la Cappella. I secondi per operare sono pochissimi, si parla fra i 12 e i 14. Una manovra che sarà eseguita anche nel caso che siano fuori tre squadre di soccorritori», spiega Sara Giannini, vice presidente della Pubblica e responsabile servizio Palio.