Carcere
Carcere

Incendio ieri sera nel carcere di San Gimignano dove un detenuto albanese in reparto di isolamento ha dato fuoco ad un materasso, alle lenzuola e alle coperte. Lo riferisce il sindacato di polizia penitenziaria Osapp aggiungendo che «in breve tempo l'aria è diventata irrespirabile e la situazione è diventata incandescente, con grande difficoltà degli agenti nell'intervento».

Tre agenti sono stati accompagnati al pronto soccorso dell'ospedale. Da chiarire le ragioni del gesto. Leo Beneduci, segretario generale di Osapp (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria), commenta: «La situazione continua a peggiorare senza che vi siano spiragli. Ancora una volta emerge l'alta professionalità degli agenti che operano nonostante le gravi difficoltà dovute alla carenza di organico e di strumenti. Siamo certi che l'Amministrazione saprà riconoscere l'encomiabile intervento degli agenti e di tutto il personale che prestava servizio nel carcere di San Gimignano lasciato completamente abbandonato a se stesso. Per il carcere di San Gimignano urgono provvedimenti immediati e non più procrastinabili proprio in considerazioni dei ripetuti eventi critici».