Polizia

Siena, 10 giugno 2018 -  ​Non  ha fatto molta strada con quei costosi cerchi in lega rubati un mese fa dall’auto di un noto professionista poggibonsese. La polizia, dopo lunghe indagini, ha beccato il tipo che aveva fatto il furto e lo ha denunciato. Si tratta di un trentenne albanese da tempo residente nella nostra città. Lo ha tradito la voglia di montare quei pneumatici coi cerchi in lega nella sua auto, che però a un certo punto è stata notata dagli agenti.

Per il trentenne è stato l’inizio della fine. Ma andiamo per ordine. Quattro settimane fa un noto professionista poggibonsese quando era andato a riprendere la macchina parcheggiata nei pressi del centro aveva trovato ad attenderlo una brutta sorpresa: l’auto era su quattro ceppi di legni e i pneumatici con i cerchi in lega non c’erano più. Pochi minuti dopo il professionista era andato al commissariato e aveva denunciato il furto. Gli uomini del vicequestore Gianluigi Manganelli non perdono tempo e fanno scattare subito le indagini. All’inizio la strada è in salita, non sembrano esserci testimoni e la sensazione è che non sarà semplice prendere nella rete l’autore del furto. E’ un particolare a far imboccare alla polizia la pista giusta. Viene fuori, infatti, che nella stessa notte in cui erano stati rubati i cerchi in lega dalla macchina in sosta, era stata vista aggirarsi in zona un’auto.

Effettuando diversi sopralluoghi la polizia ha appurato che l’auto segnalata montava cerchi e pneumatici diversi da quelli in dotazione dalla casa madre. Cerchi e pneumatici che corrispondevano in tutto e per tutto a quelli rubati. Preso atto della situazione e con elementi più che certi in mano, gli agenti del commissariato cittadino si sono presentati a casa del trentenne, dove hanno rinvenuto e sequestrato la refurtiva. Incastrato dall’evidenza, il giovane è stato denunciato. Ma il lavoro della polizia non è finito, dal momento che bisognerà accertare se il giovane ha avuto o meno dei complici. Le indagini, di conseguenza, vanno avanti su tutto il territorio. I cerchi in lega saranno presto restituiti al proprietario dell’auto da cui erano stati rubati. Al ladro hanno portato poca fortuna. Giusto la soddisfazione di montarli per un giretto, poi sono arrivati gli agenti e gli hanno tolto «il giocattolo».

Marco Brogi