Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Puntine di ferro sulla pista ciclabile di Poggibonsi

Scatta la denuncia alla polizia: «Questo è un vero sabotaggio»

di PAOLO BARTALINI
Ultimo aggiornamento il 10 settembre 2018 alle 07:25
Un gruppo di ciclisti mostra le puntine di ferro trovate lungo la pista ciclo-pedonale

Siena, 10 settembre 2018 - Pista ciclabile  e pedonale Poggibonsi-Colle di Val d’Elsa cosparsa di puntine da disegno. Una brutta sorpresa per le decine di appassionati di bicicletta che percorrono ogni giorno il tracciato della ex linea ferroviaria. Mani ignote hanno depositato i poco graditi souvenir lungo il percorso in territorio di Poggibonsi, poco dopo l’area del cimitero giungendo dagli impianti sportivi della Virtus all’intersezione tra via San Gimignano e via dei Cipressi. «Non erano due o tre, ma abbiamo visto un autentico tappeto, saranno state almeno quattro confezioni – affermano i testimoni della vicenda – e così quello che doveva essere per noi semplicemente un viaggio all’aria aperta in compagnia si è trasformato in un vero incubo, quando ci siamo accorti di questo sabotaggio. Alcuni dei chiodi sono entrati nelle gomme delle bici e chiaramente non sono mancate le forature. Del fatto è stata informata la Polizia municipale di Poggibonsi».

Inaugurata il 19 novembre 2011, su una distanza di circa 6,5 chilometri, la pista cicloturistica che unisce i due principali centri della Valdelsa è meta di frequenti passeggiate e di gite in bicicletta. Non si ricordavano gesti mirati a ostacolare il passaggio delle mountain bike o a intralciare il cammino. Stavolta qualcuno, animato da chissà quale proposito, ha voluto compiere una bravata mettendo in a difficoltà i fruitori del tracciato. «Non solo – osservano i ciclisti – ma pensiamo ai bambini che passano da qui, con i genitori o i nonni, e che rischiano seriamente di ferirsi con le bullette. Oppure agli animali, accompagnati dai proprietari. Un’azione che, a nostro giudizio, va oltre l’episodio in sé». Ora sarà il momento di una non agevole bonifica della superficie interessata.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.