Cinque ragazzi dei Licei Poliziani sono risultati positivi al Covid-19 ed erano già in isolamento domiciliare; salgono così a 12 i positivi nel Comune di Montepulciano e a 15 quelli di Chianciano. Tutti casi che in qualche modo possono essere ’imputati’ al focolaio della scuola elementare della città termale. Non è intenzione del sindaco di Montepulciano Michele Angiolini arrivare alla chiusura delle scuole, stando così i numeri. "Rimango a stretto contatto con la dirigenza...

Cinque ragazzi dei Licei Poliziani sono risultati positivi al Covid-19 ed erano già in isolamento domiciliare; salgono così a 12 i positivi nel Comune di Montepulciano e a 15 quelli di Chianciano. Tutti casi che in qualche modo possono essere ’imputati’ al focolaio della scuola elementare della città termale. Non è intenzione del sindaco di Montepulciano Michele Angiolini arrivare alla chiusura delle scuole, stando così i numeri. "Rimango a stretto contatto con la dirigenza dell’istituto per controllare e monitorare la situazione che è in continua evoluzione – dichiara il primo cittadino poliziano – Ai nuovi casi positivi sono collegati alcuni isolamenti domiciliari che, in questo momento, non sono in grado di quantificare, poiché il Sistema informativo sanitario di prevenzione collettiva non è stato ancora aggiornato".

Fra i ragazzi contagiati del Liceo in particolare c’è una studentessa chiancianese, mentre due sono di Montepulciano e una di Sinalunga e sono tutti asintomatici. Il dirigente scolastico Marco Mosconi ha informato che "sono stati sottoposti a quarantena preventiva altri due docenti che hanno insegnato nella classe e quindi sono appunto saliti a 5 gli studenti positivi nella classe V, 7 studenti negativi invece al primo tampone assieme ad un docente anche lui negativo, mentre sono 4 i professori in attesa di eseguire l’esame".

E’ molto alto il numero delle persone in quarantena nei due comuni, in particolare a Chianciano dopo la positività riscontrata nella Virtus, situazione criticata dal presidente della squadra di calcio Cristiano Sanchini, "perché in Toscana funziona così, mentre in molte altre regioni va in quarantena soltanto il contagiato. Così non si può giocare: o si cambia, o si rimane a casa". Sanchini in una intervista punta il dito: "Se durante il lockdown eravamo uno dei comuni della provincia virtuosi, con meno casi in assoluto, la riapertura delle scuole è stata davvero una tragedia. Al momento, ci sono 15 casi positivi e almeno 133 in isolamento fiduciario, numero di cui fanno parte gli Amatori – a cui vanno i miei auguri – ma che non tiene conto di tutti quelli in quarantena della Virtus. Il numero, insomma, è destinato a salire: fortunatamente, da quel che si dice, i positivi stanno tutti bene, e questa è la cosa più importante". Nessuna nuova positività è emersa nel comune di Chiusi cha da ieri ha reso obbligatorio l’uso della mascherina sempre.

Anna Duchini