Manolo Portanova, la Procura generale dello sport chiede la radiazione

Una squalifica di 5 anni con proposta di radiazione. Questa la richiesta avanzata al Collegio di Garanzia

Manolo Portanova (Foto Alive)

Manolo Portanova (Foto Alive)

Siena, 19 ottobre 2023 – Una squalifica di 5 anni con proposta di radiazione. Questa è la richiesta avanzata dalla Procura generale dello Sport nel ricorso presentato al Collegio di Garanzia dello Sport contro il calciatore Manolo Portanova, condannato in primo grado a sei anni di reclusione per violenza sessuale di gruppo. L’appello è previsto nei prossimi mesi. 

Finora Portanova, giocatore di proprietà del Genoa ma in prestito alla Reggiana, ha potuto continuare a giocare. Lo scorso 15 settembre la Corte d’Appello della Figc ha rubadito che non esiste una norma nel calcio italiano che punisca a livello sportivo i reati contestati a Portanova. 

Contro questa decisione però la Procura ha presentato ricorso chiedendo al Collegio di Garanzia di “annullare o revocare o dichiarare priva di effetto la decisione del 15 settembre scorso e, in accoglimento del presente ricorso: in caso di decisione nel merito, di riconoscere ed affermare la propria piena giurisdizione sui fatti oggetto del procedimento e di dichiarare la responsabilità disciplinare di Portanova, con irrogazione della sanzione della squalifica di anni 5 con proposta di radiazione, ovvero di quella diversa sanzione che dovesse essere ritenuta conforme a giustizia dal Collegio; ovvero, di disporre il rinvio alla Corte Federale di Appello, in diversa composizione, per un nuovo esame della fattispecie”.