Andrea Mari detto Brio
Andrea Mari detto Brio

Siena, 18 settembre 2020 - ‘Vanno alla mossa son dieci assassini’, recita il popolare stornello. Capaci di tutto pur di vincere o far perdere la rivale. Mercenari. Un tempo ma anche adesso, sebbene palestrati e professionisti della Piazza. Attenti alla cura del proprio look. Sempre più artisti nel dissimulare le emozioni. Nel nascondere giochi e sentimenti, strategie e mezze verità che devono restare nel segreto di una stretta di mano. Un fantino non è tale se non ha (anche) la stoffa dell’attore. Se non riesce ad interpretare la parte e il ruolo che la dirigenza gli chiede quando indossa il giubbetto. Perché allora non provare a vestire davvero i panni di un altro. Non in Piazza, naturalmente. E’ vietato. Ma sul set di un film, quello che il regista Giovanni Veronesi sta girando da agosto nel Senese, dal titolo ‘Tutti per 1-1 per tutti’. Sequel del primo capitolo dei ’Moschettieri del Re’.

"E’ vero, ci hanno preso. Siamo proprio nel nostro ambiente", racconta Giosuè Carboni, in arte Carburo, anche ieri impegnato sul set. A fargli compagnia in questa avventura che giudica "divertentissima", sono nientemeno che il sei volte vittorioso Andrea Mari, detto Brio. Fra i fantini di Piazza lui è certo il top quanto a spigliatezza e capacità di fare battute, per nulla imbarazzato a parlare davanti alle platee. E a fare ‘spettacolo’. Un guascone. Sul set di Veronesi anche Sebastiano Murtas, Grandine e Andrea Farris. Impossibile penetrare risvolti e segreti del ciak che a volte si prolunga fino a tarda sera. Com’è noto si gira in Val d’Orcia, a Buonconvento. Scene a cavallo, per quello sono artisti veri. Ma anche a piedi sembra che se la cavino brillantemente. "Nessuna vergogna – aggiunge Carboni -, qualcuno dei protagonisti ci ha chiesto anche del Palio. Sono curiosi. Qualcuno di loro è già venuto a vederlo". Recitano a fianco di Pierfrancesco Favino, migliore attore per ‘Padrenostro’ al Festival del cinema di Venezia. Ci sono Valerio Mastrandea, Rocco Papaleo e la bellissima Giulia Michelini, resa famosa dal ruolo di Rosy Abate di ‘Squadra antimafia’. Tanto i cavalli da Palio sono al prato e visto che la stagione paliesca è saltata perché non togliersi una soddisfazione facendo esperienze diverse? E allora tutti al cinema, quando uscirà.