PAOLO BARTALINI
Cronaca

Pedoni a rischio in via Carducci: "Anche attraversare sulle strisce sta diventando un serio problema"

I residenti della zona lanciano l’allarme e puntano il dito sulla grave indisciplina degli automobilisti

Pedoni a rischio in via Carducci: "Anche attraversare sulle strisce sta diventando un serio problema"

Pedoni a rischio in via Carducci: "Anche attraversare sulle strisce sta diventando un serio problema"

Pedoni a rischio in via Giosuè Carducci a Poggibonsi. "Attraversare sulle strisce dalla parte conclusiva di viale Garibaldi per raggiungere l’edificio dell’Accabì è divenuto un vero problema. Le auto non si fermano a dare la precedenza come previsto dal Codice della strada. Anzi, spesso procedono a forte velocità in quel tratto di strada a doppio senso di marcia". Automobilisti incuranti dei limiti a cinquanta orari, dunque, e del passaggio continuo di persone in quella zona centrale di Poggibonsi: è il quadro descritto al nostro giornale da coloro che conoscono la superficie, finita sotto la lente di ingrandimento, in quanto residenti o utenti della vicina biblioteca comunale Gaetano Pieraccini. Oppure da chi si reca nello stesso palazzo per compiere alcune pratiche negli uffici dell’amministrazione. E anche da quanti semplicemente utilizzano i posti a disposizione nel parcheggio libero, sul lato dell’ex percorso ferroviario, per raggiungere poi la via Maestra e le strade limitrofe della parte storica. "Dalle condotte a rischio alla guida, sono interessate entrambe le direzioni di via Giosuè Carducci – affermano – sia viaggiando per via Dante e via San Gimignano che verso via Pisana. Al volante troppo spesso si accelera, senza pensare alle esigenze dei pedoni. E dire che quel percorso è in pendenza e ci sono pure due rotatorie, all’inizio e al termine, che dovrebbero anche servire a disincentivare la tendenza a sfrecciare di certi veicoli in transito nei dintorni del vecchio ospedale Pietro Burresi". Domanda: richieste di provvedimenti da parte di abitanti e frequentatori alle prese con il problema? "Potremmo formulare anche l’invito a maggiori controlli nell’area ad opera degli enti preposti - rispondono - ma in questo caso a nostro parere la maggiore sicurezza in materia di viabilità dipende soprattutto dal buon senso dei singoli conducenti che transitano nei paraggi. La situazione è delicata e pertanto è fondamentale che ognuno comprenda il valore della prudenza, in un quartiere caratterizzato dal continuo viavai di mezzi e di persone".