MARCO BROGI
Cronaca

Nuovo incidente sull’AutoPalio. Due feriti, lunghe file e polemiche

Ieri pomeriggio poi l’autopsia su Erick De Balmann, il francese di Tolone morto mercoledì in un tamponamento

Nuovo incidente sull’AutoPalio. Due feriti, lunghe file e polemiche

Nuovo incidente sull’AutoPalio. Due feriti, lunghe file e polemiche

Due feriti non gravi, però file chilometriche ed inevitabili disagi per gli automobilisti. Naturalmente anche tante polemiche. Ieri mattina la ’Palio’ all’altezza dell’uscita di Badesse ha fatto registrate l’ennesimo incidente. Stando alla ricostruzione che poi sarà delineata meglio dalla polizia stradale di Siena, subito intervenuta per i rilievi, si sarebbe trattato di un tamponamento come tanti ne accadono (niente a che vedere, insomma, con vetture in coda o restringimenti di carreggiata) purtroppo su questa arteria sempre più trafficata. Qui transitano almeno 40mila persone, c’è chi dice 60mila, unitamente ad un numero sempre più elevato di mezzi pesanti che risparmiano passando per questo tratto dove non c’è pedaggio.

Il tamponamento avvenuto ieri mattina è stato fra due macchine, una delle quali nell’urto si è rigirata tanto che qualcuno ha pensato che potesse essere andata contromano: nulla di tutto questo. Procedevano regolarmente in direzione Firenze. In macchina nessun trasportato. Sul posto sono giunti anche i vigili del fuoco ma non c’è stato bisogno di loro. Le ambulanze hanno poi portato via i due feriti che però non corrono pericolo di vita.

Ma sul fronte delle polemiche relative al tratto tra gli svincoli di Badesse e Monteriggioni, il fronte resta caldo, anche perché non si è ancora spenta l’eco della tragedia di mercoledì scorso: il drammatico incidente in cui ha perso la vita il 70enne francese Erick De Balmann che viveva a Tolone, nel quale sono rimasti feriti lievemente anche i due figli che viaggiavano con lui ed il conducente del Doblò. Ieri pomeriggio sul corpo dello sfortunato turista è stata effettuata l’autopsia dal medico legale Mario Gabbrielli nominato dal pm Nicola Marini mentre la famiglia francese si è affidata a Mario Valgimigli nominando come legali gli avvocati Sandro Sicilia e Daniele Petteruti. Poi la salma potrà essere ricondotta a Tolone.

Le criticità, tuttavia, non riguardano soltanto la Siena-Firenze. E’ lungo anche in Valdelsa l’elenco delle strade a rischio e in attesa di una messa in sicurezza che non arriva: la Cassia da Poggibonsi a Barberino, la 429 da Poggibonsi per Castellina in Chianti, la 68 da Poggibonsi a Colle, forse l’arteria più pericolosa in assoluto, come dimostrato dall’elevato numero di incidenti di cui è teatro durante l’anno. Tutte strade molto transitate e che necessitano quanto prima di adeguate ristrutturazioni.