Guardia di finanza (Foto archivio)
Guardia di finanza (Foto archivio)

Siena, 18 aprile 2019 - I militari del comando provinciale della guardia di finanza di Siena hanno scoperto una presunta frode commessa da un produttore di vino della zona di Montalcino, accertando un'evasione fiscale superiore al milione di euro. Per ottenere accesso al regime fiscale agevolato proprio del settore vitivinicolo, che comporta un notevole abbattimento delle imposte, l'azienda aveva dichiarato che nel processo produttivo era impiegata prevalentemente uva propria.

Secondo quanto ricostruito dai militari della guardia di finanza, sarebbe emersa una preponderanza degli acquisti di vino e di uve per la vinificazione da terzi produttori, circostanza che, spiega una nota, "nel far venir meno l'applicazione della normativa di favore ha consentito la ripresa a tassazione ordinaria del volume delle vendite poste in essere". I redditi complessivamente ricondotti a tassazione sono stati quantificati in oltre un milione di euro con un'Iva evasa all'Erario per oltre centomila euro.