Siena, 13 novembre 2021 - Non ci sarà il bagno di folla e il saluto delle Contrade come fu nel 2017 quando il presidente della Repubblica Sergio Mattarella partecipò al teatro dei Rinnovati al convegno nazionale dell’Associazione nazionale magistrati. I tempi del Covid impongono restrizioni e numeri limitati. Non solo nella cripta di San Francesco, che ospiterà l’inaugurazione del 781° anno accademico, ma anche in città. L’unico tocco delle 17 Consorelle saranno le bandiere esposte nel chiostro da cui entrerà lunedì prossimo, il 15 novembre, il presidente Mattarella. Presente in rappresentanza delle Contrade il rettore del Magistrato Claudio Rossi. Niente priori. 

L’omaggio delle Contrade in Piazza del Campo a Mattarella nel 2017

La città sarà in parte blindata. E presidiata da un numero consistente di forze dell’ordine che se in periferia saranno meno visibili in centro storico potranno avvalersi, come sempre avviene quando si sposta la prima carica dello Stato, anche di tiratori scelti e cani antisabotaggio. Mattarella atterrerà con l’aereo presidenziale all’aeroporto militare Baccarini di Grosseto intorno alle 8.45 dirigendosi verso Siena con l’auto e la scorta. La decisione di scegliere questo scalo sarebbe dovuta al fatto che, essendo previsto maltempo, Lampugnano non risultava adatto. Ad accompagnare il presidente Mattarella fino a Siena sarà poi la Stradale di Grosseto. 

Il percorso che compirà in città è già stato messo a punto secondo le direttive della questura. Numerose le modifiche alla viabilità: saranno inoltre 40 gli agenti della Municipale lungo il tracciato che garantiranno il transito corretto del corteo presidenziale. Qualche disagio per i senesi sarà inevitabile. Intanto è previsto dalle 8 alle 13, comunque finché verrà ritenuto necessario, il divieto di sosta con rimozione coatta di ogni veicolo su entrambe le carreggiate in via Vallerozzi, Piazza Ovile, via degli Orti, via di Mezzo, via dei Rossi, via e piazza dell’Abbadia, piazza Bargagli Petrucci e Stufa Secca. Non si potrà transitare tra porta Ovile e piazza San Francesco e fra quest’ultima verso via Garibaldi, ad eccezione dei veicoli al seguito di Mattarella. 

I posti macchina diminuiranno. Così il Comune aiuterà i residenti che hanno il permesso Ztl nel settore 1 Ovile: sosteranno gratis nel posteggio San Francesco, fino ad un massimo di 90 vetture, dalle 20 di domenica fino alla stessa ora di lunedì 15. Impossibile parcheggiare su entrambe le carreggiate anche in strada del Petriccio Belriguardo tra il distributore Tamoil, il civico 31 e il primo accesso a via Conti.