IL team della Lampo di Poggibonsi al gran completo
IL team della Lampo di Poggibonsi al gran completo
In un anno, nove ingressi di addetti – quattro dei quali nell’ultimo bimestre – e di due unità direttive. Un fatturato che raddoppia e arriva a quota 460mila euro. Per il futuro, in questo 2021, la previsione di cinque ulteriori inserimenti nell’organico e il trasferimento dei locali in una struttura più ampia, capace di riunire in un unico capannone gli uffici, la mostra, l’area di vendita al dettaglio, l’organizzazione. Ci sono...

In un anno, nove ingressi di addetti – quattro dei quali nell’ultimo bimestre – e di due unità direttive. Un fatturato che raddoppia e arriva a quota 460mila euro. Per il futuro, in questo 2021, la previsione di cinque ulteriori inserimenti nell’organico e il trasferimento dei locali in una struttura più ampia, capace di riunire in un unico capannone gli uffici, la mostra, l’area di vendita al dettaglio, l’organizzazione. Ci sono ambienti produttivi in Valdelsa che non conoscono gli effetti nefasti dell’emergenza sanitaria sull’economia. Anzi, si distinguono per l’espansione delle loro attività.

Un settore in crescita? La pulizia, comparto che ha a Poggibonsi nel marchio Lampo un fondamentale ’portacolori’ per i trattamenti di ogni genere sia in ambito civile che industriale attraverso l’impiego di materiali bio. Presente da tempo sul territorio, l’impresa ha compiuto un’autentica svolta in apertura del 2020 ampliando il proprio raggio di azione e trasformandosi in una multiservizi in piena regola a disposizione dei clienti. Un premio alla lungimiranza? "Al nostro paniere abbiamo aggiunto la sanificazione, dato che eravamo già in possesso del codice Ateco per svolgere tali compiti, divenuti addirittura determinanti in epoca di pandemia". È quanto spiega Michele Fedeli, responsabile commerciale. Dopo due decenni trascorsi nella costruzione di quadri elettrici, Fedeli è da dodici mesi sul ponte di comando della sede di Lampo in via del Colombaio a Poggibonsi, insieme con Alessandra Gobbini (amministrazione), Emanuela Gobbini (risorse umane) e Beppe Zanghì (magazzino). "Una ditta di pulizie era considerata in passato una sorta di ‘Cenerentola’ delle iniziative imprenditoriali – osserva Fedeli – però la realtà è ben diversa, specialmente in un periodo in cui certi interventi, tra i quali appunto le sanificazioni, sono da ritenere al pari di veri progetti salvavita. Anche noi in qualche misura siamo in ‘prima linea’, un po’ come il personale medico e infermieristico". Aumenta dunque la forza lavoro anche in virtù dell’apporto di figure professionali inedite per Lampo, che ora si avvale altresì di un incaricato al controllo della qualità.

Paolo Bartalini