Gianni Galardi sul luogo del salvataggio (Foto Di Pietro)
Gianni Galardi sul luogo del salvataggio (Foto Di Pietro)

Siena, 8 agosto 2020 - «Io e Gianni l’abbiamo afferrato e portato al sicuro, dico la verità, dopo mi tremavano le gambe", confessa Mattia Giorgi. "C’è stato un momento, quando si è messo con le braccia ad angelo, in piedi sul bordo del muro, che siamo rimasti a bocca aperta. Non so se voleva o meno buttarsi di sotto, ma noi abbiamo compiuto il dovere di cittadini. Al resto degli accertamenti ha pensato la polizia", aggiunge Gianni Galardi.

Entrambi economi della Società San Marco della Chiocciola, sono stati protagonisti di un gesto di alto senso civico. Perché mantenendo il giusto sangue freddo, sono riusciti (forse) a sventare un momento di confusione di un giovanissimo turista francese di 21 anni. Che poteva anche sfociare in tragedia. Secondo la ricostruzione dei fatti compiuta dalle Volanti, il giovane aveva discusso con la sua ragazza. Problemi di cuore il movente di quella scenata.

«Stavamo uscendo dall’Oliveta a bordo dell’ape della Contrada. Imboccando le Sperandie abbiamo notato una persona, in piedi sul muro. Spesso vengono qui a fare le foto, sulle prime non ci abbiamo fatto caso. Avvicinandoci, però, i contorni della scena sono apparsi nitidi: il giovane piangeva a dirotto. Era a torso nudo. Ci siamo impauriti. ‘Adesso che fa?’, la domanda. Così siamo scesi", ricostruisce quei momenti Mattia. Era giovedì, verso le 19. "Qui succede qualcosa di brutto", il primo pensiero di Galardi. Il turista non si curava di loro. "‘Keep calm’, scendi, gli ripetevo in inglese per cercare di placarlo. Lui sembrava non sentire. E continuava a girarsi indietro, verso la ragazza. Inveiva nei suoi confronti, era disperato. E poi guardava di sotto, nel vuoto. Se si fosse lanciato il volo sarebbe stato di molti metri, almeno una decina credo. Lacrime rigavano anche il volto della donna", riavvolge il nastro di quella scena Giorgi.

Nel frattempo, però, il piantone della questura si è accorto grazie alle telecamere di quanto accadeva e ha avvertito le Volanti. "E’ arrivato sul posto un poliziotto che si è fermato e ha chiesto rinforzi. ‘Chiama qualcuno’, ho gridato. Sono arrivati velocissimi i poliziotti. Poi c’è stata una frazione di secondo in cui il turista si è ancora una volta girato indietro verso la ragazza. Con Gianni allora l’abbiamo afferrato e tirato via dal muretto", prosegue l’economo della Società San Marco che ha 27 anni, studia Agraria e lavora.

"Il ragazzo si è messo a sedere nell’auto, poco distante. Continuava a disperarsi. Con lui gli agenti che hanno chiamato l’ambulanza della Misericordia che poi l’ha accompagnato alle Scotte. Anche la ragazza piangeva. "Una brutta scena – aggiunge Galardi –, c’è preso il tremito. Siamo rimasti impressionati. Ma era quello che ogni cittadino avrebbe fatto". Per la cronaca, il 21enne sta bene ed è stato dimesso: 5 giorni di prognosi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA