L'elisoccorso Pegaso

Siena, 14 maggio 2018 -  Due incidenti sul lavoro a poca distanza l’uno dall’altro e nel volgere di pochi minuti. Il tutto è accaduto ieri mattina tra Chiusi Stazione e Cetona. Due uomini restano feriti e vengono trasportati con Pegaso alle Scotte. Ricoverati ma non in pericolo di vita.

Il primo infortunio accade nell’area della stazione ferroviaria di Chiusi. Un operaio sessantenne sta eseguendo, appostato su una impalcatura alta alcuni metri, un intervento di manutenzione. Improvvisamente precipita, per cause in corso di accertamento da parte degli agenti della Polizia Ferroviaria e dei medici del dipartimento della medicina del lavoro. Viene subito soccorso da alcuni colleghi di lavoro che chiedono l’intervento dei medici del 118. L’uomo, pur cosciente, nella caduta ha riportato danni fisici importanti. Per questo viene deciso il trasferimento a «Le Scotte» che avviene con Pegaso.

Passano pochi minuti e per gli operatori del 118 scatta una nuova richiesta d’intervento. Ancora per un infortunio sul lavoro verificatosi a Cetona. Il fatto avviene in pieno centro, poco distante da piazza Luca Contile. C’è necessità di eseguire un lavoro sulla grondaia di un tetto. Sul posto arriva il camion dotato di cestello elevatore per eseguire il lavoro. La dinamica dell’incidente non è ancora chiara. Tutto sarebbe avvenuto nella fase preliminare. Ovvero quando il camion, di proprietà di una ditta che ha sede a Montepulciano, stava mettendo in sicurezza il mezzo per far salire il cestello con il 52enne operaio. Qualche cosa ha provocato un improvviso, seppur leggero, movimento dell’autocarro che ha finito per andare addosso all’uomo, che ha corso il serio pericolo di restare schiacciato. Anche in questo caso l’intervento di chi si trovava sul posto per lo stesso lavoro è stato immediato. Così come lo è stato quello dei sanitari del 118.

Anche in questo caso è stato deciso di chiedere l’intervento di Pegaso per assicurare l’infortunato alle cure dei sanitari de Le Scotte. Vista la dinamica dell’incidente si è temuto l’insorgere di emorragie interne che devono ovviamente essere diagnosticate con la massima rapidità. Anche qui condizioni che hanno richiesto il ricovero anche se l’infortunato non corre pericolo di vita. Per finire grande impegno anche per gli operatori della Medicina del lavoro chiamati ad eseguire i rilievi anche per questo sinistro.