È partito ieri dallo stabilimento Gsk a Rosia il camper vaccinale dell’Asl Sud Est che va nelle aziende, a disposizione di quei lavoratori che non hanno ancora carpito l’occasione del vaccino, unica arma nella battaglia al Covid. La campagna progettata ‘su misura’ per le aziende da Asl sud est con Confindustria Toscana sud ha l’obiettivo di incentivare l’adesione dei lavoratori andando nei luoghi dove si recano ogni giorno. Ma non è solo per loro: al camper posizionato all’ingresso degli stabilimenti Gsk a Bellaria si sono presentati...

È partito ieri dallo stabilimento Gsk a Rosia il camper vaccinale dell’Asl Sud Est che va nelle aziende, a disposizione di quei lavoratori che non hanno ancora carpito l’occasione del vaccino, unica arma nella battaglia al Covid. La campagna progettata ‘su misura’ per le aziende da Asl sud est con Confindustria Toscana sud ha l’obiettivo di incentivare l’adesione dei lavoratori andando nei luoghi dove si recano ogni giorno.

Ma non è solo per loro: al camper posizionato all’ingresso degli stabilimenti Gsk a Bellaria si sono presentati ieri lavoratori delle aziende del comprensorio farmaceutico ma anche tanti cittadini e giovanissimi accompagnati dai genitori. L’accesso è libero, senza bisogno di prenotazione sul portale regionale, per le prime dosi e, quando possibile, anche per l’anticipazione delle seconde dosi. "Abbiamo registrato un’adesione importate da parte di dipendenti Gsk e cittadini – sottolinea Barbara Rocchi, responsabile cure primarie della zona senese dell’Asl – a conferma del successo della scelta di avvicinarci ai cittadini. Sono state somministrate 90 dosi, attivare ogni canale avvicinandosi alle iniziative di richiamo, allo sport, alle scuole e ai luoghi di lavoro, testimonia la volontà di riattivare quelle attività compromesse dalla pandemia e che ora è possibile riprendere anche grazie alla vaccinazione".

Presente anche Marco Busini, vicepresidente di Confindustria Toscana sud: "Questa è un’iniziativa che Confindustria ha voluto con forza, abbiamo conquistato un patrimonio di sicurezza, grazie alle misure di protezione e ora alla vaccinazione, che non può essere messo in discussione da teorie che non hanno niente di scientifico. Il vaccino è lo strumento principale per potersi difendere dalla pandemia e forniamo la nostra collaborazione per incentivarla".

Il viaggio del camper in azienda è partito da un luogo sensibile ai vaccini e alla prevenzione, dagli stabilimenti Gsk di Rosia. "GSK ha aderito volentieri a questa iniziativa di promozione della vaccinazione promossa da Asl, Confindustria e Regione – ha detto Laura Burgalassi, medico GSK Vaccines Italy -. Come azienda impegnata nella tutela della salute e nella prevenzione, condividiamo le finalità di questo progetto e, pertanto, siamo lieti di poter mettere a disposizione i nostri spazi al personale Asl, per contribuire agli obiettivi di facilitare l’accesso all’offerta vaccinale e raggiungere sempre più aree e realtà del territorio, con quella che riteniamo essere una importante attività di sensibilizzazione per tutta la comunità". La prossima fermata sarà presso un’altra grande azienda del territorio: dalle 12 alle 18 di giovedì il camper sarà di fronte alla sede della Pramac, a Casole d’Elsa.

p.t.